Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Prima campanella, sindaco e assessori in visita nelle scuole di Senigallia

Nel primo giorno di lezioni l'amministrazione comunale ha voluto far sentire la propria vicinanza a studenti, docenti e alle famiglie

Sindaco e assessori di Senigallia in visita alla scuola Belardi per il primo giorno dell'anno scolastico 2021/22
Sindaco e assessori di Senigallia in visita alla scuola Belardi per il primo giorno dell'anno scolastico 2021/22

SENIGALLIA –  Prima giornata di scuola per studenti delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado di Senigallia, docenti, dirigenti e per le famiglie. Al suono della campanella erano 3937 i ragazzi e le ragazze pronte a sedersi sui banchi di scuola per l’avvio di un nuovo anno scolastico partito sotto i migliori auspici, tra cui quello di ridurre notevolmente l’utilizzo della didattica a distanza. L’amministrazione comunale ha fatto visita agli studenti in alcuni plessi della città.

La delegazione era composta dal sindaco Massimo Olivetti, dal vicesindaco e assessore alla pubblica istruzione Riccardo Pizzi, dall’assessore ai lavori pubblici Nicola Regine, dall’assessore al verde ed ambiente Elena Campagnolo e dall’assessore ai servizi alla persona Cinzia Petetta. La visita ha riguardato tutti e quattro gli istituti comprensivi della città: Senigallia Sud “Belardi”, Senigallia “Marchetti”, Senigallia centro “Fagnani” e Senigallia nord “Giacomelli”. 

I genitori in fila davanti la scuola dell'infanzia Aquilone di Senigallia per il primo giorno di scuola 2021/22
I genitori in fila davanti la scuola dell’infanzia Aquilone di Senigallia per il primo giorno di scuola 2021/22

Tra i momenti più importanti, quello alla scuola primaria e infanzia “Pascoli”, dove è stata anche inaugurata la nuova sezione ad indirizzo Montessoriano; quello alla scuola dell’infanzia “San Gaudenzio”, inaugurata dopo i lavori di sistemazione in vista del nuovo anno e quello alla scuola secondaria di primo grado “Belardi” di Marzocca, dove è stata temporaneamente trasferita anche la scuola primaria “Pieroni” di Montignano a causa di alcune fessurazioni che hanno preoccupato molto l’amministrazione. Per queste ultime si sono rese necessarie delle verifiche tecniche ancora da affidare: solo entro la fine dell’anno si capirà se serviranno degli interventi strutturali, quali e di che costo.

A tal proposito, durante l’incontro con le famiglie degli alunni di Montignano dei giorni scorsi, sono state spiegate le motivazioni che hanno indotto a chiudere precauzionalmente l’edificio: un acuirsi di alcune crepe già presenti nella struttura, nel giro di poche ore. La giunta ha sottolineato che non ha nessuna intenzione di chiudere il plesso, anzi ha chiarito che il recupero della scuola di Montignano è stato previsto nel 2023 con un impegno di spesa per euro 3.850.000, approvato con delibera di Giunta n. 106 del 27 aprile 2021.

La tradizionale visita degli amministratori a studenti e al personale ribadisce la volontà di far sentire la vicinanza dell’Amministrazione a tutto il mondo scolastico, comprese le famiglie, con una particolare attenzione ai “remigini”, i bambini della prima elementare cui sindaco e assessore alla pubblica istruzione hanno inviato nei giorni scorsi una speciale lettera di auguri per la nuova esperienza.

Lettera che riportava:
“Ciao sono Massimo, il Sindaco della tua città.
Tra pochi giorni tornerai a scuola: sarà diverso, non più la tua scuola d’infanzia, ma la scuola primaria, un luogo dove però continuerai a crescere e stare insieme e dove imparare tante cose che ti accompagneranno nel percorso della tua vita. Quella che ti aspetta è davvero un’esperienza bellissima: davanti a te si aprirà un mondo nuovo e potrai fare scoperte straordinarie. Sarà sicuramente l’inizio di una nuova e bella avventura, in cui sono certo metterai tutto il tuo impegno per crescere con i tuoi compagni e con i tuoi maestri.
Sono vicino a te in questa fondamentale tappa del tuo percorso. E sono vicino anche ai tuoi genitori, sicuramente felici ed emozionati perché come te stanno cominciando, seppur con ruoli diversi, una nuova avventura e per questo auguro a loro ogni energia e soddisfazione.
Avrai già preparato tutto quello che ti occorre: grembiule, zainetto, quaderni, libri, matite, colori. Con te ci saranno anche insegnanti bravi ed affettuosi, incontrerai nuovi amici insieme ai quali potrai imparare cose interessanti, ascoltare storie affascinanti e trascorrere belle giornate. Stai per iniziare un bellissimo viaggio nel quale avrai sempre qualcuno vicino a te: anch’io, a nome dell’intera città, ti seguirò idealmente con grande affetto e con l’orgoglio di vedere crescere con te tutta la nostra comunità. E con me ci sarà Riccardo, il vice Sindaco e assessore alla Pubblica Istruzione, che condivide con me il mio augurio e che mi aiuterà ad avere per la scuola e per tutti voi studenti un’attenzione particolare.
Ti salutiamo con un sorriso e con un grande in bocca al lupo per te e per la tua famiglia”.