Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Premio Donna Cultura 2022: l’Ande valorizza le imprenditrici di Confindustria e Coldiretti – VIDEO

Successo per l'evento organizzato da Ande Marche al Teatro Alfieri di Montemarciano. Premiate la presidente di Coldiretti Marche Maria Letizia Gardoni, l’amministratrice unica di Togni Spa Paola Togni e alla presidente del gruppo Bufarini srl, Giuliana Bufarini

Maria Letizia Gardoni, Paola Togni, Graziella Vitali e Giuliana Bufarini

MONTEMARCIANO – “Ambiente ed economia, ma con diverse sfaccettature”. È questo il tema del Premio Donna Cultura 2022 promosso dall’ANDE Associazione nazionale donne elettrici delle Marche che quest’anno valorizza le imprenditrici di Confindustria e Coldiretti. Nella cornice del Teatro Alfieri di Montemarciano, autorità civili e militari, personalità del mondo dell’industria e dell’imprenditoria nazionale e marchigiana hanno salutato con entusiasmo e partecipazione la nuova edizione del premio, assegnato a tre donne che con la loro attività hanno saputo coniugare le due anime dell’ambiente, come volano di una nuova economia sostenibile ma anche patrimonio da valorizzare e tutelare.

Emozionatissima la presidente Ande Marche professoressa Graziella Vitali, recentemente indicata come coordinatrice nazionale dell’associazione, una grande responsabilità che la porterà ad avere un filo diretto con il Quirinale. «In effetti sono stata eletta con grande maggioranza e da oggi faccio parte del direttivo nazionale – spiega la professoressa Vitali –. Una grande responsabilità per me, farò del mio meglio e anzi, comunico che il primo incontro del direttivo nazionale si svolgerà proprio nelle Marche, questa regione sarà l’ago della bilancia».

Un momento della cerimonia

Alla presenza del Prefetto di Ancona Darco Pellos, del sindaco di Montemarciano Damiano Bartozzi, del consigliere regionale Carlo Ciccioli, del direttore della Banca d’Italia Gabriele Magrini Alunno e della madrina del Premio, Paola Pierangeli Tittarelli, sono stati assegnati i premi alla presidente di Coldiretti Marche Maria Letizia Gardoni, all’amministratore unico di Togni Spa Paola Togni e alla presidente del gruppo Bufarini srl, Giuliana Bufarini.

Maria Letizia Gardoni è stata premiata, in osservanza del cerimoniale Ande, dalla responsabile di Coldiretti nazionale – Impresa donna Chiara Bortolas, dalla responsabile di Coldiretti regionale-impresa donna Francesca Gironi e dalla coordinatrice di Coldiretti Marche-impresa donna Mikela Fabiano.

«Questo è un riconoscimento – dichiara Maria Letizia Gardoni – che vale per tutte le donne imprenditrici dell’agroalimentare, che investono nel made in Italy con prodotti di grande qualità, di valore e riconoscibili nel mondo». Ad accompagnare per la premiazione, le due imprenditrici di Confindustria Paola Togni e Giuliana Bufarini, sono stati il presidente di Confindustria Ancona Pierluigi Bocchini, la direttrice di Confindustria Marche Paola Bicchisecchi (già Premio Donna Cultura Ande), l’avvocato Gabriella Pierantoni Rossignoli e il presidente della Piccola e media impresa di Confindustria Diego Mingarelli.

«Sono onorata di questo premio – dice Paola Togni – sono nata e cresciuta avendo come esempio mia madre, anello di congiunzione della famiglia che ci ha sempre insegnato a lavorare, uomini e donne, fianco a fianco. Questo è il suo, il nostro modello di successo». «Sono felice di questo premio – aggiunge anche Giuliana Bufarini – che mi da merito del coraggio, dell’essere sempre in prima linea e di meritarmi quel nome che mi hanno dato ultimamente, la “top gun ambientale”».

Da sx: Maria Letizia Gardoni, Paola Togni, la presidente Ande Graziella Vitali e Giuliana Bufarini

E se l’Ande valorizza la determinazione nonostante la giovane età di Maria Letizia Gardoni, d’altra parte riconosce alle imprenditrici Togni e Bufarini il merito di aver traghettato le loro aziende al futuro affrontando con successo quello che per molti è vissuto come un problema: il passaggio generazionale. Il Prefetto di Ancona Darco Pellos ha sottolineato il ruolo fondamentale della donna nella società sottolineando che le donne elettrici sono un segnale di speranza per un riavvicinamento delle donne alla politica. La serata – organizzata da Ande Marche con il patrocinio del Comune di Montemarciano e la collaborazione della Fondazione Lanari – si è conclusa con una cena di gala nel salone delle feste del teatro di Montemarciano, in cui il buffet offerto da Coldiretti è stato accompagnato dalle piacevoli note delle giovani pianiste Anna Ferretti, Vanessa Giulioni e Beatrice Fraboni della scuola “Crescendo” della maestra Marta Tacconi.  

© riproduzione riservata