Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Ponte sul Nevola, la Provincia dà il via ai lavori

Iniziato il consolidamento della pila lato Ostra, in località Passo Ripe di Trecastelli, sulla strada provinciale 18 "Jesi Monterado". Successivamente ci sarà un adeguamento complessivo della struttura per oltre un milione di euro

Il ponte sul torrente Nevola in località Passo Ripe di Trecastelli, sulla strada provinciale 18 "Jesi Monterado"
Il ponte sul torrente Nevola in località Passo Ripe di Trecastelli, sulla strada provinciale 18 "Jesi Monterado"

TRECASTELLI – Sono iniziati nei giorni scorsi i lavori per il consolidamento della pila del ponte sul torrente Nevola, in località Passo Ripe. Un intervento che si era reso necessario per lo stato delle fondazioni della struttura, situata al km 24+225 della strada provinciale 18 “Jesi Monterado” (lato direzione Ostra).

A progettare, curare e finanziare l’intervento è la Provincia di Ancona, con apposito decreto del presidente Cerioni n. 106/2020. Lo stesso ente aveva nel corso del 2019 emanato un’ordinanza per limitare il traffico ai mezzi pesanti in transito tra Trecastelli e le altre provinciali che collegano i comuni della vallata Misa-Nevola, la sp. 12 Corinaldese e la sp. 360 Arceviese.

Al tavolo di concertazione per la gestione dei lavori era seduto anche il sindaco di Trecastelli Marco Sebastianelli che ha sollecitato i lavori data l’importanza dell’infrastruttura per l’intero comune: tra i primi punti da affrontare c’era quello del ripristino della viabilità completamente sospesa a luglio scorso, e poi quello del rifacimento complessivo della struttura.

Il ponte sul torrente Nevola in località Passo Ripe di Trecastelli
Il ponte sul torrente Nevola in località Passo Ripe di Trecastelli

L’importo complessivo dei lavori di consolidamento pila è di circa 135mila euro: l’opera consiste nell’eseguire delle fondazioni profonde per garantire la necessaria portanza della struttura fondale della pila e la dovuta protezione ai fenomeni di scalzamento da parte delle correnti idrauliche che possono investire direttamente la pila. Si tratta di uno stralcio funzionale del progetto di successivo adeguamento dell’infrastruttura per il quale è stato stanziato un importo che sfiora il milione e 300 mila euro.