Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Senigallia, ponte II Giugno: i lavori slittano a giovedì 8. Prima un incontro con la città

Per illustrare le modalità operative del cantiere, la tempistica e le modifiche alla circolazione stradale è stato organizzato dalla nuova amministrazione comunale un incontro. Olivetti: «Inciderà notevolmente sui residenti e sulle attività, eppure erano in pochi a essere informati»

Il ponte II Giugno a Senigallia
Il ponte II Giugno a Senigallia

SENIGALLIA – Dovevano iniziare ieri, lunedì 5 ottobre, ma già c’è stato un primo slittamento, i lavori per la demolizione e ricostruzione di ponte II Giugno. La concomitanza elettorale è solo uno dei fattori che hanno portato alla nuova data: il via ufficiale sarà giovedì 8 ottobre, alle ore 14, dopo lo svolgimento del mercato settimanale cittadino.

La struttura che collega il corso II Giugno con via Carducci e con tutto lo storico rione Porto di Senigallia verrà quindi interessata tra pochissimi giorni da importanti lavori che, di fatto, taglieranno in due la città.

Il cantiere – sono in capo al Consorzio di Bonifica Marche, così come stabilito dalla Regione, il progetto e i lavori – sarà modulare e procederà per step: prima verrà creata una passerella funzionale ai sottoservizi che dovranno essere spostati per poter demolire la struttura; poi verrà demolito il vecchio ponte II Giugno, e verranno rinforzate le spalle per poter installare il nuovo ponte in acciacio. Una struttura che peserà dunque totalmente sui lati per cui si rende necessario un importante lavoro di rinforzo. Solo in seguito sarà possibile montare i pezzi che formeranno il nuovo ponte, senza pile in alveo, quindi più sicuro per quanto riguarda l’aspetto della sicurezza idrologica.

Il primo impatto sulla città è che nemmeno i pedoni, biciclette o monopattini potranno passare sulla struttura già dal giorno di avvio dei lavori: i due passaggi disponibili rimarranno quelli su ponte Garibaldi (lato ospedale) e ponte Perilli (lato statale).

Il ponte II Giugno a Senigallia e palazzo Gherardi

Ma se queste categorie potranno con calma trovare una soluzione e passare dove segnalato, l’impatto sarà notevole invece per le attività commerciali: proprio la nuova amministrazione comunale, durante un giro di conoscenza con il personale degli uffici pubblici, è venuta a scoprire che non era programmato alcun momento di informazione per la cittadinanza.
«Inciderà enormemente sulla vita dei residenti e delle attività produttive – ha dichiarato il neo eletto Massimo Olivetti – eppure non è stata fatta che una minima comunicazione ad alcuni esercenti, per cui quasi nessuno ha cognizione che il cantiere rimarrà lì almeno fino al 20 dicembre. Abbiamo ritenuto opportuno organizzare questo incontro per evitare che giovedì pomeriggio qualcuno si ritrovasse solo dei segnali stradali e la viabilità bloccata».

L’incontro, di carattere puramente informativo sui lavori, sul cantiere, sulla viabilità e sulla tempistica, si terrà mercoledì 7 ottobre, alle ore 21 presso l’auditorium chiesa dei Cancelli: sarà ovviamente aperto a tutta la cittadinanza. Vi parteciperanno il nuovo sindaco di Senigallia, Massimo Olivetti; per l’impresa incaricata dell’esecuzione sarà presente il direttore dei lavori il quale spiegherà quali aree saranno interessate, la tempistica e che tipo di interventi ci si dovrà aspettare; infine le questioni sulla viabilità saranno illustrate dal comandante della Polizia locale Flavio Brunaccioni.

«Non possiamo fermare né modificare l’appalto», ha detto Olivetti, gestito e affidato dal Consorzio di Bonifica, «ma abbiamo chiesto di ridurre il più possibile l’impatto sulla viabilità cittadina».

Una volta costruito il nuovo ponte II Giugno, servirà un futuro confronto per la scelta se mantenerlo pedonale, come è dal novembre 2016, oppure se farlo ritornare carrabile. Olivetti non si sbilancia: «La decisione sarà oggetto di una valutazione con le categorie e con i cittadini che ne fruiscono: è questa la nostra visione, secondo noi la più democratica possibile».

Exit mobile version