Poco verde pubblico a Senigallia, lo rivela un sondaggio del Gsa

Per tanti cittadini, dovrebbero aumentare giardini e parchi, ma soprattutto gli alberi in centro, dove l'amministrazione ha eliminato alcune aree verdi

Il parco della pace a Senigallia
Il parco della pace a Senigallia

SENIGALLIA – Di verde urbano si discute sempre di più in città, anche grazie alle iniziative intraprese da alcune associazioni ambientaliste. Tra queste il Gruppo Società e Ambiente (Gsa) che ha elaborato un sondaggio a cui hanno risposto oltre 500 persone, quasi tutti di Senigallia. E per 7 cittadini su 10 il verde è percepito come carente, mentre 6 su 10 ritengono che l’amministrazione potrebbe fare di più nella tutela e valorizzazione di alberi e piante in parchi, giardini, strade e piazze.

Analizzando altre risposte pervenute in un mese e mezzo (tra il 7 agosto e il 18 settembre) al Gsa tramite il sondaggio on lineCittadini e Verde Pubblico nella città di… Senigallia”, si scopre infatti che i senigalliesi amano il verde e che considerano gli alberi come un fattore protettivo dall’inquinamento. Molti quelli che si impegnano in azioni concrete per l’ambiente, la più diffusa delle quali è l’attenzione a non sprecare cibo.

Per quanto riguarda invece la città e l’amministrazione pubblica, il 75% degli intervistati ritiene che servirebbero più alberi in centro, percentuale che scende al 69% per il verde in periferia. Quasi 2 persone su 10 sostengono che l’attenzione sia concentrata solo su alcune zone della città, quando dovrebbe essere invece più diffusa, sapendo che il verde contribuisce soprattutto a dare ossigeno ma anche a dare ombra d’estate e ad abbellire i quartieri e sia utile in prossimità di strutture sanitarie come ospedali, case di cura e strutture per anziani.

Il sondaggio telematico sul verde pubblico a Senigallia resterà aperto in forma anonima ancora fino a Natale 2018 (clicca QUI); nel frattempo è stato accettato quale studio pilota al convegno scientifico “Salute e Ambiente. Il dialogo e la condivisione per la tutela della salute e dell’ambientetenutosi a Pisa nel settembre scorso.