Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Il plauso del Partito Democratico di Senigallia per il bilancio di previsione approvato

Fiscalità più leggera, eventi turistici e investimenti sono i punti di forza di una programmazione politico-amministrativa a cui va il plauso del PD

Giulio Donatiello
Giulio Donatiello, segretario del Pd di Senigallia

SENIGALLIA – Razionalizzare la spesa pubblica senza rinunciare ai servizi alla persona e alla famiglia, alle disabilità e ai minori, né tantomeno agli investimenti pubblici per riqualificare la città e far ripartire l’economia cittadina. Sono questi in sintesi i punti del bilancio di previsione 2018/2020 approvato in consiglio comunale lo scorso 21 dicembre e che secondo il Partito Democratico di Senigallia «risponde in pieno alle necessità della nostra città».

Un bilancio che «intende razionalizzare la spesa, mantenendo importanti cifre sui servizi alla persona ed alla famiglia con una più efficiente rete di servizi socio-sanitari e sociali, con interventi sulla disabilità, sull’infanzia e sui minori; sono previsti anche interventi per i soggetti a rischio di esclusione sociale» rende noto il segretario cittadino Giulio Donatiello.

Nel 2018 si realizzeranno importanti opere urbanistiche per la città e di straordinaria manutenzione stradale, a partire dalle rotatorie della Penna e di piazzale Michelangelo alla Cesanella, entrambe sui tratti cittadini della statale 16 “Adriatica” che consentiranno un ingresso più sicuro nei due quartieri di Senigallia ma anche uno scorrimento più veloce verso il centro cittadino.
Arriverà nel 2018 anche il ponte ciclopedonale all’interno del Porto della Rovere, l’opera pubblica che collegherà i due tratti di lungomare nord e sud in sostituzione della passerella mobile, ormai troppo stretta per le esigenze dei senigalliesi e dei turisti.

Il plauso del Pd all’amministrazione cittadina va anche per quanto riguarda la programmazione di eventi turistici del prossimo anno, a partire dalla grande mostra da marzo a palazzo del Duca “Robert Doisneau: le Temps Retrouvé”, e sulle entrate finanziarie. L’esenzione confermata per quanto riguarda imu e tasi sulla prima casa, la diminuzione della tari (17% per le famiglie, 5% per le imprese a cui si aggiunge un contributo sotto forma di bando) permettono di allentare la presa fiscale sulle realtà cittadine.

«Tali risultati non sono frutto del caso – prosegue Donatiello – ma effetto di una capacità di programmazione politica della nostra amministrazione, con una consolidata ed efficiente struttura tecnica di supporto, in grado di pianificare attività sempre più complesse ed articolate, in sintonia con gli indirizzi politici formulati».

Uno sguardo poi sui servizi sociali gestiti attraverso il Cogesco è d’obbligo, anche in previsione dell’avvio dell’esperienza dell’unione dei comuni “Le terre della marca senone”: la gestione associata dei servizi sociali ha prodotto secondo il partito di maggioranza «importanti risultati» in termini di abbattimento delle spese per le procedure nonché di implementazione delle risorse, come anche rilevato dalle associazioni di categoria e dai sindacati che hanno espresso parere positivo sul bilancio di previsione 2018/2020 approvato dalla città di Senigallia.