Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Ping pong sociale: Senigallia sarà la capitale d’Europa

Parla di sport per tutti il progetto approvato dalla Commissione europea che il centro olimpico ospiterà nel 2020 e 2021: la città riferimento per i giovani tre nazioni

Il Centro Olimpico Tennistavolo di Senigallia
Il Centro Olimpico Tennistavolo di Senigallia

SENIGALLIA – La spiaggia di velluto ma soprattutto il centro olimpico tennistavolo della cittadina rivierasca saranno sede, insieme a Roma e Sofia, di un progetto internazionale di ping pong sociale. Progetto che si articolerà negli anni 2020-21 e terminerà proprio a Senigallia, ad agosto.

La notizia è di pochi giorni fa, quando la Commissione Europea ha approvato con un punteggio particolarmente alto (96/100) l’idea del dottor Enrico Capuano di Trento, estimatore del Centro Olimpico e del maestro Enzo Pettinelli. In realtà l’ente capofila sarà l’italiano “Sport Senza Frontiere” ma i partner del progetto di ping pong sociale si dividono tra l’Italia, la Bulgaria e la Slovenia.

L’idea di base è quella di ampliare le possibilità di praticare sport a giovani con disagi economici o sociali: in questo contesto, a livello internazionale, il centro olimpico tennistavolo di via del Molinello a Senigallia è stato individuato come sede più opportuna, date anche le numerose esperienze svolte negli anni passati in questo campo sfruttando le potenzialità del ping pong.

Tra poche settimane si aprirà la fase operativa e organizzativa: a Senigallia si dovrebbero tenere alcuni momenti di sport e lezioni, oltre a un convegno specializzato. Senigallia, con la sua rinomata accoglienza, sarà il contesto ideale per divenire il fulcro di un’esperienza importante per i giovani, per il superamento dei vari disagi che si possono incontrare durante la vita. E anche questo ha permesso di ottenere il via libera dell’Europa.