Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Percorsi ciclabili e archeologici per valorizzare i borghi del Cesano

Si estende la rete grazie al Progetto Integrato Locale e al Corridoio Verde Adriatico, una ciclovia che collegherà la costa con l'entroterra. E corinaldo pensa a un tracciato sulle orme della storia

Percorsi ciclabili immersi nella natura nella valle del Cesano
Percorsi ciclabili immersi nella natura nella valle del Cesano

CORINALDO – Si estende la rete di percorsi ciclabili nel comune della valle tra Nevola e Cesano. Altri 28 km di percorsi saranno disponibili grazie a due diversi progetti: il PIL (Progetto Integrato Locale) e il Corridoio Verde Adriatico, una ciclovia del Cesano che si ricollega a quella ormai famosa della ciclovia Adriatica.

Un’opportunità per il territorio – tra i soli 6 marchigiani e 136 in Italia denominati ComuniCiclabili FIAB. Entrambi i progetti saranno realizzati grazie ai bandi promossi dal Gruppo di Azione Locale GAL “Flaminio Cesano” e inseriti nell’ambito del Progetto Integrato Locale denominato “Cesano Experience. I Borghi di lungo fiume”, di cui Corinaldo è Comune capofila e che coinvolge i Comuni di Fratte Rosa, San Lorenzo, Trecastelli, Mondavio, Monte Porzio e San Costanzo. 

Ma non è l’unica novità, perché all’interno di queste progettualità, il Comune di Corinaldo sta cercando di attrezzarsi con un nuovo percorso ciclopedonale, un “Archeo-percorso” da poter effettuare in bicicletta, a piedi o a cavallo, che accompagnerà il visitatore tra storia, cultura e natura. Un tracciato che andrà a integrare quello già vasto di percorsi ciclabili presenti a Corinaldo: metterà in comunicazione l’area della Nevola – proprio qui ci fu il ritrovamento di una tomba Picena del VII secolo a.c. – con l’area archeologica di Santa Maria in Portuno, ubicata nella frazione di Madonna del Piano, fino a raggiungere il confine con il Comune di Castelleone di Suasa in una prospettiva futura di poter collegare a questo circuito anche il Parco archeologico Città Romana di Suasa.

Percorsi ciclabili immersi nella natura nella valle del Cesano
Percorsi ciclabili immersi nella natura nella valle del Cesano

Dalle due aree archeologiche corinaldesi ci si potrà poi muovere ricollegandosi ai percorsi ciclabili nei comuni di Trecastelli e Monte Porzio, esplorando quindi la valle del Cesano, da troppo tempo forse rimasta nascosta dietro quella del Misa su cui si è concentrata parecchia attenzione. Proprio sulla rete ciclabile del Cesano, la Regione Marche investirà circa 800mila che permetteranno di collegare la costa con la sua ciclovia dell’Adriatico con l’interno fino a raggiungere l’Appennino, passando quindi per il territorio di Corinaldo.