Montemarciano: nuove scogliere contro l’erosione, partiti i lavori

Intervento temporaneo da circa 280 mila euro per tamponare provvisoriamente la questione che interessa il lungomare, le abitazioni e le attività

Marina di Montemarciano dopo la mareggiata
Marina di Montemarciano dopo la mareggiata

MONTEMARCIANO – Erano stati annunciati e ora finalmente sono partiti i lavori di somma urgenza per ripristinare il lungomare dopo le mareggiate dello scorso febbraio. A tal proposito sono stati stanziati da Regione Marche e Comune di Montemarciano circa 280mila euro che serviranno per lo più per il ripristino dei danni e la sistemazione di nuove scogliere.

Si tratta non tanto di un intervento definitivo quanto di quello temporaneo in vista della bella stagione per sistemare il lungomare Buglioni su cui sarà installato – dopo il ripascimento – anche un autovelox per monitorare gli automobilisti indisciplinati.

Tornando al problema dell’erosione costiera, con cui Montemarciano fa i conti da anni, la ditta incaricata provvederà prima a mettere in sicurezza l’area su cui si abbattono le onde, riparandola con grandi scogliere dall’invasione dell’acqua, ghiaia e detriti che il mare porta sulla strada.

L’ideale sarebbero nuove scogliere emerse, rende noto il sindaco Liana Serrani, per proteggere lungomare, attività balneari e commerciali e le abitazioni, ma al momento si è trovata la disponibilità solo a questo primo passo che comporta comunque per il Comune l’accensione di un mutuo da circa 100mila euro. Il tutto si dovrebbe concludere entro due mesi.