Il Panathlon Club di Senigallia festeggia i primi 30 anni di vita con grandi nomi dello sport

Ricco programma tra incontri e spettacolo. Arriveranno al teatro Goldoni di Corinaldo i ct Castori e Mazzanti, Alessia Polita, la campionessa Francesca Pomeri, il campione di ju jtsu Niccolò Bartolazzi e l’atleta parolimpico Luca Panichi

Presentate le iniziative per i 30 anni del Panathlon Club di Senigallia
Presentate le iniziative per i 30 anni del Panathlon Club di Senigallia: da sinistra Ubaldi, Silvi, Mangialardi, Ripanti e Pizzi

SENIGALLIA – Grandi nomi dello sport saranno ospiti sabato 9 novembre del trentennale del Panathlon Club di Senigallia. Un’iniziativa di rilievo per il sodalizio cittadino che ha chiamato a sé l’allenatore di calcio Fabrizio Castori, il commissario tecnico della Nazionale di pallavolo femminile Davide Mazzanti, l’ex campionessa di motociclismo Alessia Polita, la ex pallanuotista Francesca Pomeri, medaglia d’argento con il Setterosa alle olimpiadi di Rio de Janeiro nel 2016, il fisioterapista della Nazionale di Atletica Nazareno Rocchetti, l’ultramaratoneta Tommaso Conz, la nuotatrice Sofia Rapa, il motociclista Nicolas Luzzi, il campione di ju jtsu Niccolò Bartolazzi, i maratoneti Ulderico Lambertucci e Giacomo Grillo, quest’ultimo oggi affetto da sclerosi multipla e l’atleta parolimpico Luca Panichi.

Un parterre di nomi importanti, anche del territorio valmisano che saranno co-protagonisti della manifestazione “Volere, Volare e Valori” organizzata per festeggiare i trent’anni del club – a partire dalle ore 17:30 al teatro Goldoni di Corinaldo – assieme ai soci fondatori, ai vertici locali e nazionali. Prima delle premiazioni di sportivi e personaggi di rilievo del settore da parte del vicepresidente del Panathlon International Giorgio Dainese, del presidente del Distretto Italia Giorgio Costa e del governatore del Distretto 5 Luigi Innocenzi, ci saranno momenti di confronto, interviste e di spettacolo.

Nel 1989 infatti è partita l’avventura del Panathlon Club di Senigallia che negli ultimi anni, come sottolineato in una conferenza di presentazione dall’attuale presidente Stefano Ripanti, ha ripreso un certo vigore grazie anche alla presenza di numerosi giovani. Lo stesso club si era reso infatti promotore dell’intitolazione dello stadio comunale senigalliese a Goffredo Bianchelli, come ricorda l’ex presidente e socio fondatore Paolo Pizzi, ma anche dell’istituzione del premio Enzo Triccoli, dedicato al primo presidente del Panathlon, che in passato è stato assegnato a sportivi del calibro di Giancarlo Abete, Marcello Lippi, Livio Berruti, Andrea Zorzi e Bebe Vio.

Rientra tra le iniziative del trentennale del Panathlon Club di Senigallia anche l’incontro sul tema dello sport e della sicurezza stradale promosso con i giovane studenti dell’istituto comprensivo corinaldese, sempre al teatro GOldoni, al quale parteciperà la Fondazione Michele Scarponi con il presidente nonché fratello del ciclista di Filottrano scomparso nel 2017 a seguito di un incidente mentre si allenava. Prevista la partecipazione anche della famiglia Saccinto, che a Corinaldo perse il 15enne Francesco sempre a causa di un incidente, provocato tra l’altro da un conducente ubriaco al volante.