Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Pallacanestro Senigallia, che emozione: al Palapanzini riporta la sfida playoff con Salerno in parità

Una vittoria necessaria per continuare a far sognare il popolo biancorosso: finisce 87-76 con il sorpasso nel terzo quarto dove la Goldengas mette il turbo

Il tabellone finale di gara 2 playoff tra Pallacanestro Senigallia e Virtus Arechi Salerno
Il tabellone finale di gara 2 playoff tra Pallacanestro Senigallia e Virtus Arechi Salerno

SENIGALLIA – La Pallacanestro Senigallia pareggia i conti. Con la vittoria (87-76) in gara 2 dei playoff per la serie B di basket, la squadra di coach Foglietti riporta in parità il conteggio nella sfida contro la Virtus Arechi Salerno. Un match dove non si poteva sbagliare. E la Goldengas non ha sbagliato, riuscendo ad allungare nell’ultimo quarto d’ora.

Inizio un po’ a rilento per le due squadre che faticano a trovare il canestro: Salerno impiega due minuti e mezzo prima di muovere il tabellone con Paci; la Pallacanestro Senigallia ha bisogno di un minuto in più ed è Giampieri a togliere lo zero dal segnapunti senigalliese. Ma i canestri arrivano a fatica: prima ci pensano Tortù e Pierantoni, poi la tripla di Paparella ma è Salerno a trovare con più regolarità la rete. La sirena ferma tutti sul 15-19 di fine primo quarto.

Secondo quarto incoraggiante per i biancorossi che pareggiano l’incontro con Giacomini (19-19 al 12′). Salerno si rifà avanti con il solito Paci e con il contropiede di Sanna per il 21-27 che costringono il coach senigalliese a chiamare il time out. Dalla sospensione rientra una Goldengas rigenerata: grazie alle triple di Tortù e Gurini è subito parità a quota 27 e questa volta sono gli ospiti a dover fermare la partita. Una giocata di Bertoni e Ricci permette alla Pallacanestro Senigallia di recuperare ma sono gli ospiti ad andare negli spogliatoi in vantaggio (21-20 il parziale) col risultato di 36-39.

Il match riparte dopo il riposo lungo con canestri da entrambe le parti: il blocco iniziale è ampiamente superato grazie a Giacomini e Tortù in casa senigalliese e grazie a Paci per quanto riguarda gli ospiti. ANche dalle triple si capisce che il match è decollato: a Giampieri (Pallacanestro Senigallia) risponde Di Prampero (Salerno); al vantaggio dei padroni di casa (57-54 a cento secondi dalla terza sirena) Menduto chiama il time out, ma al rientro in campo è ancora Senigallia con 4 punti firmati Paparella e poi Ricci per il 63-56 del trentesimo (27-17 il parziale della frazione).

Nell’ultimo quarto Senigallia prova ad addormentare la partita: nessuna delle due squadre riesce a trovare il canestro e bisogna attendere un po’ per vedere il primo di marchio salernitano. La panchina ospite si fa fischiare un tecnico e la Pallacanestro Senigallia ne approfitta portando il vantaggio per la prima volta in doppia cifra: l’ottimo momento senigalliese si chiude sul 71-59 a sei minuti dal termine. Con Tortù e Paparella cresce ancora il margine (80-64 al 38′) mentre difensivamente Ricci limita Paci. Salerno accorcia le distanze ma l’1-1 è oramai cosa fatta: finisce 87-76 di fronte a un PalaPanzini che ha risposto alla chiamata di tecnico e giocatori.

Domenica 6 maggio, a Salerno (ore 18), si giocherà la decisiva gara 3.

SENIGALLIA – SALERNO 87-76

(15-19; 21-20; 27-17; 24-20)

SENIGALLIA: Tortù 26, Del Torto, Pierantoni 7, Paparella 19, Giacomini 9, Giampieri 13, Gurini 3, Benedetti, Ricci 10, Angeletti, Bertoni, Maiolatesi. All. Foglietti.

SALERNO: Cucco A, Mennella 3, Datuowei, Bartolozzi 6, Paci 14, Cucco M 19, Sorrentino 3, Di Prampero 13, Leggio 5, Sanna 13. All. Menduto.

ARBITRI: Calella e Bergami.

PROGRESSIONE: 7-4 (5′), 15-19 (10′); 27-27 (15′), 36-39 (20′); 45-45 (25′), 63-56 (30′); 74-62 (35′), 87-76 (40′).