Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Ostra ricorda l’eccidio dei partigiani Brutti, Galassi e Maggini: commemorazione a teatro con le scuole

Il Comune commemora i tre concittadini morti il 6 febbraio 1944 per mano dei tedeschi che controllavano il paese: commemorazione civile al cippo dei Partigiani e corteo fino al teatro La Vittoria

Il cippo dei partigiani a Ostra
Il cippo dei partigiani a Ostra

OSTRA – Si terrà martedì 6 febbraio la cerimonia per commemorare la ricorrenza dell’eccidio dei partigiani Pietro Brutti, Amedeo Galassi e Alessandro Maggini, avvenuta il 6 febbraio 1944. Una cerimonia civile che Comune di Ostra e Anpi provinciale hanno organizzato per rendere onore ai due ostrensi Brutti e Galassi e all’anconetano Maggini fucilati durante la II Guerra mondiale a opera dei nazisti che rastrellarono il paese.

I tre uomini erano parte del Gap che tra la fine del 1943 e l’inizio del ‘44 si rese protagonista di diverse azioni di disturbo nei confronti dei tedeschi. Tra queste azioni vi fu anche l’assalto a due caserme dei Carabinieri (quella di Ostra e di Belvedere Ostrense) per potersi rifornire di armi prima di andarsene verso Arcevia dove avevano in programma di riunirsi con altri partigiani e pensare a nuove strategie di combattimento o ad altre azioni da compiere.

I tre partigiani saranno ricordati e celebrati perché diedero tutto, persino la vita terminata con la fucilazione sotto il muro di cinta del paese, affinché si potesse vivere in modo dignitoso e giusto, come il mondo che sognavano. La cerimonia civile in onore dei tre partigiani si svolgerà con la partecipazione degli alunni delle scuole Maggini di Ancona a partire dalle ore 9:30 quando ci si radunerà al Cippo di via dei Partigiani, per poi deporre una corona di alloro, formare il corteo e raggiungere la piazza centrale del paese e il teatro La Vittoria dove si terrà la parte centrale della manifestazione di commemorazione a cui è invitata tutta la cittadinanza.