Ostra, palazzo Conventuali quasi pronto per la riapertura

Ben tre amministrazioni comunali si sono impegnate per la sistemazione dell'edificio in via Gramsci, a due passi dal municipio, come polo museale e culturale

Il palazzo Conventuali a Ostra
Il palazzo Conventuali a Ostra

OSTRA – Una valorizzazione durata ben tre mandati amministrativi. È quanto evidenziato dalla lista civica Vivere Ostra che interviene sull’argomento del palazzo Conventuali individuato come spazio museale e ormai prossimo alla riapertura definitiva.

Nel 2001, ricostruiscono dalla maggioranza, con delibera consiliare n° 47, il Comune di Ostra aderisce al “Sistema museale della provincia di Ancona” individuando lo spazio museale ad hoc al piano primo del palazzo Conventuali. L’amministrazione Cioccolanti avvia una stagione di “recupero strutturale del patrimonio storico – culturale del palazzo ex conventuali”. Si susseguono nel 2002-3 tre fasi progettuali e la fase finale di completamento dei lavori (2009) per un investimento di 415.837€ che prevedono anche il restauro e la catalogazione dell’archivio storico, dell’archivio Iab, di tele e statue.

Poi, nel giugno 2009, si insedia l’amministrazione Olivetti che prosegue con la digitalizzazione di 5 volumi manoscritti, la revisione dell’allestimento al museo e la ricostruzione in digitale e in 3D della chiesa di S.Giovanni.

Nel maggio 2014 entra in scena l’amministrazione Storoni che si occupa prima di tutto il complesso iter per la prevenzione incendi, poi ai problemi di infiltrazione e infine a caratterizzare il primo piano del palazzo conventuali non solo come sede museale, ma come polo culturale che ospita anche l’archivio storico e la biblioteca storica.
Nel 2016 si avvia il “restauro, ripristino della copertura e recupero funzionale” per risolvere i problemi del tetto e parzialmente per quelli irrisolti del carico di incendiabilità volti a ottenere il certificato di prevenzione incendi che consentirà anche la ricollocazione del materiale e di sistemare definitivamente l’archivio storico all’interno del palazzo Conventuali nonché riaggregare a questo l’archivio Iab (con il sostegno del contributo regionale). Parte delle risorse dei lavori strutturali vengono sostenute da Cariverona con 60 dei circa 150mila euro necessari.

Ora è prossima la riapertura definitiva del museo (è in corso il completamento dei lavori), gestito con affidamento a seguito della procedura di gara, come indicato dalla giunta con il “piano di promozione culturale”.