Ostra, nuovo senso di marcia in centro

È il primo provvedimento del sindaco Federica Fanesi. Da giovedì 11 luglio si torna al precedente sistema che l'amministrazione Storoni aveva cambiato per una sperimentazione criticata da molti

OSTRA – L’inversione del senso di marcia in centro storico era tra le promesse elettorali della lista Progetto Ostra e da giovedì 11 luglio verrà ripristinata la viabilità di tre anni fa. L’annuncio arriva dal sindaco Federica Fanesi che ha anche reso note le date del ripristino.

Da oggi, lunedì 8 luglio, fino al 10 ci saranno infatti gli interventi per la segnaletica stradale che ripristinerà l’accesso ad Ostra da Corso Mazzini. «Un impegno preso, soprattutto, nei confronti dei cittadini che per due anni hanno chiesto, rimanendo inascoltati, che si ponesse fine all’assurda sperimentazione dell’inversione» spiegano da Progetto Ostra.

«D’altronde – continuano – gli effetti negativi di quel provvedimento, voluto più per ostinato capriccio che non per effettiva necessità risolutiva e che ha visto letteralmente svuotare e impoverire la nostra città, sono stati per anni sotto gli occhi di tutti, determinando danni alle attività economiche dovuti al minor numero di accessi in centro, nonché alla difficoltà di parcheggiare lungo corso Mazzini e la Riviera di Ponente sul lato sinistro rispetto al senso di marcia, rendendo gravosa la discesa e la salita dei conducenti dei veicoli; un provvedimento per il quale era stata decisa anche una proroga (scaduta da oltre un anno) addotta a motivi di riduzioni dell’inquinamento acustico ed atmosferico, peraltro mai accertate».

Un’occasione per valorizzare la vista su Piazza dei Martiri e la Torre Civica e iniziare quel percorso per il recupero ed il rilancio del centro storico su cui l’amministrazione precedente, targata Storoni, si era spesa tanto ma incontrando anche aspre polemiche su alcune scelte, come appunto l’inversione del senso di marcia per quanto riguarda la viabilità, che ora verrà cambiata nuovamente alla ricerca della migliore funzionalità.