Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Ostra, acceso confronto sui lavori e sulla messa in sicurezza delle scuole

L'attuale minoranza interroga l'amministrazione Fanesi sull'attuazione del piano approvato dall'ex giunta Storoni, sui lavori alla Crocioni/Morganti e sulla mancata chiusura della Menchetti su cui Progetto Ostra aveva dato battaglia

La scuola primaria G.Crocioni in via Europa,a Ostra
La scuola primaria G.Crocioni in via Europa,a Ostra

OSTRA – La minoranza consiliare pungola l’amministrazione comunale sullo stato delle scuole. Vivere Ostra si muove con due interrogazioni che riguardano i lavori per i nuovi spazi nella scuola Crocioni/Morganti e la mancata chiusura dell’infanzia Biancaneve e della secondaria Menchetti su cui c’era stato un animato dibattito con l’attuale maggioranza di Progetto Ostra.

In altre parole, prosegue l’acceso confronto tra i due gruppi consiliari ostrensi che si sono scambiati i ruoli già due volte negli ultimi anni dieci anni. La variante al Prg per consentire la strategia per l’edilizia scolastica approvata dalla giunta Storoni, prevede infatti una nuova scuola che sorgerà nell’area ex fornace, in via S. Maria Apparve e accoglierà le primarie di tutto il territorio e i bambini dell’infanzia “Peter Pan” (ora a Casine); in via Europa, a seguito del completamento del polo scolastico e della realizzazione della palestra, vi si concentreranno la secondaria di primo grado Menchetti (che lascerà l’edificio di via Matteotti) e la segreteria dell’istituto comprensivoIn via Leopardi infine rimarranno l’infanzia Biancaneve (che ha visto alcuni interventi di miglioramento sismico e messa in sicurezza per oltre 100 mila euro) e l’asilo nido La Tavolozza.

Il capogruppo di minoranza Andrea Storoni – ex sindaco fino alle scorse elezioni – ha presentato due atti per capire come intende muoversi l’attuale amministrazione targata Fanesi in merito alla situazione scolastica del paese.

Una prima interrogazione, risalente ad agosto quindi prima dell’inizio delle lezioni, verte sui nuovi spazi da destinare alle attività individualizzate nella scuola Crocioni/Morganti; attualmente sono circa 15 i bambini che hanno necessità di affrontare attività anche fuori dal contesto della classe. «Per superare l’inadeguatezza del refettorio realizzato dall’Amministrazione Olivetti – si legge nell’interrogazione – l’Amministrazione Storoni ha destinato 15.000€ per modificare l’assetto del piano seminterrato, al fine di realizzare il nuovo refettorio e tre aule indispensabili per le attività individualizzate». A tal proposito la minoranza chiede quando partiranno i lavori già finanziati e i tempi di consegna della nuova palestra alla scuola.

Con la seconda interrogazione, Vivere Ostra chiede all’amministrazione comunale di sapere quale strategia si sta seguendo sull’edilizia scolastica, quali difformità al piano di edilizia scolastica ma soprattutto «come giustifica la mancata chiusura con ordinanza delle scuole, soprattutto le più pericolose Menchetti e Biancaneve, dato che già negli scorsi anni veniva denunciato dal gruppo Progetto Ostra il pericolosissimo stato e l’inadeguatezza dell’Amministrazione Storoni a riguardo».

Intanto l’amministrazione si sta muovendo per la messa in sicurezza della scuola dell’infanzia Biancaneve e per la ricostruzione ex novo della Menchetti. Un intervento molto importante quest’ultimo anche dal punto di vista economico – circa 4 milioni di euro – che la giunta sta pensando di sostenere parte con un mutuo e parte con i fondi messi a disposizione dal Ministero dell’Istruzione.