Non ce l’ha fatta Francesco Bastianoni: donati gli organi

L'uomo è deceduto nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Torrette di Ancona: la famiglia ha autorizzato il prelievo degli organi

Francesco Bastianoni
Francesco Bastianoni

SENIGALLIA – Non ce l’ha fatta Francesco Bastianoni, il barista senigalliese vittima di un incidente una settimana fa sulla statale Adriatica mentre viaggiava sul suo scooter. Ieri sera la notizia del decesso si è sparsa velocemente in città dove l’uomo era molto conosciuto per aver gestito due bar.

Una notizia che rattrista i tanti parenti, amici e conoscenti che avevano sperato fino all’ultimo che Bastianoni si riprendesse dopo il grave incidente avvenuto all’incrocio con via Perilli: mentre percorreva la Statale, un’auto ha tentato di immettersi, facendolo però volare rovinosamente a terra.

Da quel 17 giugno, Francesco “Frank” Bastianoni non si è più ripreso: troppo gravi i traumi riportati nella caduta e troppo deboli quei segnali di attività che avevano tenute accese le speranze per una settimana. Ieri sera, sabato 23, il tragico epilogo nel reparto di rianimazione dell’ospedale Torrette di Ancona e la notizia del decesso del 58enne che ha iniziato a fare il giro della città.

Noto a tutti come “Frank”, Bastianoni aveva gestito il bar omonimo sulla statale nord e poi si era occupato di un altro locale, il BigBangBar, a pochi chilometri di distanza: si era fatto ben volere da tanti per la sua simpatia e cortesia.

La famiglia ha autorizzato il prelievo degli organi: un gesto di grande umanità che potrà permettere di salvare altre vite.

Nelle prossime ore saranno stabiliti giorno e orario dei funerali.