Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Non andate al parco: il sindaco di Corinaldo si appella ai cittadini

Il primo cittadino ha voluto ribadire sui canali social del Comune il messaggio di rispettare le nuove regole imposte per evitare gli assembramenti. Centro ambiente chiuso, cimitero ancora no, uffici comunali aperti su appuntamento

Matteo Principi
Matteo Principi

CORINALDO – No agli assembramenti nei parchi. A ribadirlo, nonostante il messaggio sia ripetuto da settimane un po’ ovunque, è il sindaco di Corinaldo Matteo Principi. Dopo aver preso una serie di provvedimenti sugli uffici comunali e su altri luoghi aperti al pubblico a causa dell’emergenza coronavirus, il primo cittadino si rivolge oggi, 16 marzo, ai cittadini invitandoli a non frequentare i parchi pubblici.

«Il nostro è un invito – commenta – e non un’ordinanza di chiusura come hanno fatto altri sindaci per due motivi: da un alto sono luoghi difficili da delimitare, così come poi sarebbe difficile verificare il rispetto di tali limitazioni; dall’altro non abbiamo riscontrato situazioni tali da farci prendere provvedimenti così netti».

«Ci sono stati solo dei piccoli episodi, nulla di grave, di assembramenti in alcune zone del paese, poi risolti con l’ausilio delle forze dell’ordine. Più che altro c’è confusione sui numeri degli infetti, su alcune regole, sulle modalità di applicazione. Ci tengo a ribadire che a Corinaldo, per ora, non si è verificato alcun caso di coronavirus e speriamo che rimanga così la situazione».

Rinviata per il momento anche la chiusura del cimitero cittadino. Anche in questo caso Principi spiega che «non ci sono stati particolari afflussi tali da far propendere per la chiusura» ma non è detto che la decisione venga presa subito.

Per quanto riguarda la comunicazione, l’amministrazione comunale si sta organizzando ribadendo alcuni concetti tramite i vari canali social corinaldesi. E proprio da qui arriva il messaggio sui parchi: «In un momento così difficile e delicato per la nostra comunità, con l’aumento quotidiano dei casi di coronavirus – spiega Principi a nome di tutta l’amministrazione comunale corinaldese – invitiamo ancora una volta tutti a rispettare le regole,  prendendo con la maggior serietà possibile l’emergenza che stiamo vivendo. Con questo spirito invitiamo tutti ad evitare qualsiasi assembramento nei parchi pubblici, non essendo spostamenti giustificabili. #iorestoacasa e #restiamoacasa».

Sempre a causa del coronavirus che si sta diffondendo in tutto il mondo senza alcuna eccezione, il primo cittadino di Corinaldo ha anche invitato «tutta la comunità ad affrontare la difficile situazione modificando le proprie abitudini con un forte senso di responsabilità, utilizzando tutte le precauzioni indicate dalle autorità sanitarie e dalla Regione Marche. In una situazione di criticità, seppur ben governata, è facile lasciarsi andare alla paura e ad atteggiamenti irrazionali e superficiali. Confidiamo nella maturità e nella saggezza dei cittadini».

Per queste esigenze, il comune ha attivato un numero di telefono a disposizione di tutta la comunità per chiedere – dalle 8 alle 19 – informazioni tecniche, logistiche o amministrative: 3383924522, o richiedere assistenza per la consegna della spesa a casa. Inoltre, rimarrà chiuso il centro ambiente e riuso. Sempre al fine di preservare la salute dei cittadini, gli uffici comunali accoglieranno il pubblico solo su appuntamento o sulla base di urgenze non rinviabili.