Senigallia, niente più tintarella sugli scogli

Il 1 maggio entrerà in vigore l'ordinanza che disciplina l'uso dell'arenile. Tra le novità, il divieto di salire sulle scogliere, mentre lunedì, in consiglio comunale sarà discusso il divieto di fumo in spiaggia

bagnini

SENIGALLIA- Emessa la nuova ordinanza per la disciplina dell’uso dell’arenile nel periodo estivo. Entrerà in vigore il 1 maggio, data che coincide con lo stop dell’ingresso dei cani in spiaggia.

Tra le novità, il servizio di salvamento attivo anche nella fascia 13-16 ed il divieto di accedere alle scogliere. I bagnini di salvataggio entreranno in servizio il primo fine settimana di giugno e fino al 1 luglio, ogni baywatch controllerà 150 metri di spiaggia dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 18, mentre durante la pausa pranzo il servizio sarà attivo con un bagnino ogni 300 metri.

Vietato abbassare la guardia nei mesi di luglio e agosto quando il servizio sarà attivo, anche dalle 13 alle 16 ogni 150 metri. Mentre non sarà più possibile accedere agli scogli, per anni frequentati da molti per la pesca sportiva, ma anche semplicemente per la tintarella.

Ad entrare in vigore il 1 luglio sarà invece l’ordinanza ‘Plastic Free’, che vieta l’utilizzo di materiale non compostabile sulla spiaggia di velluto, pena una sanzione di 50 euro. Lunedì, sui tavoli del consiglio comunale approderà la mozione che prevede il divieto di fumo in spiaggia, provvedimento già adottato in Salento. A proporlo, il consigliere del Gruppo Misto Daniele Mandolini.