Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Musica sinfonica, “buona la prima” per la stagione concertistica di Senigallia

Dopo il concerto inaugurale, continua il cartellone con tre appuntamenti di prestigio e grandi nomi del panorama internazionale

Il teatro La Fenice di Senigallia
Il teatro La Fenice di Senigallia

SENIGALLIA – Con l’autunno e il ritorno al massimo della capienza dei teatri la musica torna protagonista nella vita culturale cittadina. Comune di Senigallia ed Ente Concerti di Pesaro hanno presentato un cartellone di grande prestigio che vedrà nomi di livello internazionale esibirsi sul palcoscenico cittadino del Teatro La Fenice. Il programma include ben tre concerti sinfonici organizzati all’interno del network regionale Marche Concerti in collaborazione con la FORM – Filarmonica Marchigiana.

Il concerto inaugurale si è tenuto domenica 17 ottobre, offrendo al pubblico un progetto di straordinario valore con i Concerti per pianoforte e orchestra di Johannes Brahms e l’esibizione al pianoforte di Benedetto Lupo, considerato tra i più grandi interpreti del panorama attuale. L’Orchestra Filarmonica Marchigiana, diretta da Alessandro Bonato, ha in apertura eseguito un altro caposaldo sinfonico, la Sinfonia n. 35 “Haffner” di Mozart. 

Si prosegue domenica 31 ottobre con un concerto che offrirà la possibilità di ascoltare e apprezzare un violinista di altissimo valore acclamato nelle sale da concerto di tutto il mondo, Stefan Milenkovich. Impegnato nel doppio ruolo di direttore e solista dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana, Milenkovich proporrà un programma esaltante che comprende pagine di grande virtuosismo e poesia: in apertura una pagina toccante di Paganini con Introduzione e Variazioni sul tema rossiniano dal celeberrimo Dal Tuo Stellato Soglio, a seguire il capolavoro assoluto della letteratura violinistica, il Concerto in re maggiore di Beethoven. Contrappunto in chiave moderna al programma è rappresentato dalla Simple Simphony op.4 di Benjamin Britten. 

Domenica 14 novembre il cartellone si sposta per l’occasione nella cornice dell’Auditorium San Rocco. Il terzo appuntamento della stagione porta in scena Il Flauto Magico di Mozart in forma da concerto. Al pianoforte il maestro Lorenzo Bavaj, interprete raffinato e per molti anni collaboratore del celebre Josè Carreras. Il cast vocale è composto da sei giovani cantanti di straordinario talento. La drammaturgia e i testi sono curati da Maria Chiara Mazzi, musicologa e docente di Storia della Musica al Conservatorio Rossini di Pesaro.

Gran finale alla Fenice domenica 19 dicembre con la Prima Sinfonia di Beethoven eseguita dalla Filarmonica Marchigiana sotto la guida di Manlio Benzi. L’impianto classico di stampo mozartiano della composizione dialoga con un’opera romantica di valore assoluto, il Concerto per Pianoforte e orchestra n. 1 di Brahms. Ne è interprete Nelson Goerner, autentica star dei palcoscenici internazionali. 

Exit mobile version