Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Musica troppo alta, stop al locale in centro storico a Senigallia

Un caffè del centro storico è finito nel mirino di Arpam e Polizia locale dopo le lamentele dei residenti per il live di una rock band

piazza del Duca a Senigallia
piazza del Duca a Senigallia

SENIGALLIA – Musica troppo alta, scatta l’alt in un locale del centro storico di Senigallia. A finire nel mirino dei controlli di Polizia Locale e Arpam è stato un esercizio di piazza del Duca dove, durante una delle ultime serate del Summer Jamboree, si era esibita una band dal vivo.

Il locale – si legge nell’ordinanza n° 468 del 14/08/2018 a firma del segretario generale Stefano Morganti – “esercitava attività di intrattenimento musicale dal vivo e all’aperto, con un gruppo rock, dotato di impianto di amplificazione, composto da due cantanti, una batteria, una chitarra ed un basso eccedendo i valori limite di immissione sonora fissati dal D.P.C.M. 14/11/1997”.

L’esibizione live della band ha causato il superamento dei limiti sonori per la diffusione della musica e un residente della zona ha chiamato la Polizia Locale per far effettuare un controllo da cui è emersa la violazione dell’ordinanza n. 660 del 17/11/2016 avente ad oggetto “Disciplina delle attività di intrattenimento musicale esercitate dagli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande”.

Il superamento dei limiti acustici ha comportato la sospensione della diffusione sonora – sia nei locali al chiuso che nelle aree esterne di pertinenza dell’esercizio – per 20 giorni a partire dalle ore 20 del 15 agosto.

Altri controlli sono stati effettuati per la musica diffusa da altri locali, nei cui confronti però non è stata disposta la sospensione della diffusione sonora, segno che il volume rientrava nei decibel fissati per legge.