Senigallia: muore in ospedale, gli rubano la fede

È sparito l'anello al dito di un anziano deceduto presso il pronto soccorso. I familiari hanno lanciato un appello su Facebook nella speranza di trovare alcuni testimoni. Un episodio simile era accaduto circa un mese fa

Il pronto soccorso dell'ospedale di Senigallia
Il pronto soccorso dell'ospedale di Senigallia

SENIGALLIA – Uno spiacevole episodio si è verificato giovedì all’Ospedale di Senigallia: ladri senza cuore hanno rubato la fede dal dito di un anziano appena deceduto. Purtroppo furti ai danni di malati, ma anche di persone decedute, si sono verificati più volte nel nosocomio cittadino.

A diffondere la notizia dell’accaduto è stato il figlio che, attraverso un post su Facebook, si è messo alla ricerca di testimoni: «Giovedì mattina (11 luglio, ndr) alle 9,40 è deceduto mio padre al pronto soccorso dell’ospedale di Senigallia. Mentre faceva l’elettrocardiogramma e durante il trasporto alla camera mortuaria dell’ospedale, gli è stata rubata la fede che aveva al dito da una vita. Se qualcuno avesse visto qualcosa chiedo gentilmente di farmelo sapere, non per il valore in se stesso, ma per il ricordo per mia mamma», si legge nel post.

Un episodio che non è isolato. Più di un mese fa era sparita la fede dal dito di un uomo che era stato prima trasferito da un reparto all’altro e poi era deceduto. I familiari avevano denunciato l’accaduto al Tribunale del Malato che aveva provveduto, con lettera protocollata, a informare l’Asur. A distanza di più di 30 giorni, nessuna risposta è ancora pervenuta negli uffici del Tribunale del Malato.