Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Incidente a Trecastelli, deceduto l’avvocato Marco Grandi. Trasportato a Torrette il camionista corinaldese

La vittima, molto conosciuta a Corinaldo, era il presidente del Centro Studi “Gen. Domenico Grandi” a favore dei giovani studenti. Sotto choc e ferito - ma non in pericolo di vita - il conducente del mezzo pesante finito nella scarpata

L'avvocato Marco Grandi
L'avvocato Marco Grandi

TRECASTELLI – Ancora è in fase di accertamento l’incidente mortale avvenuto ieri pomeriggio a Passo Ripe e costato la vita a un 72enne di Corinaldo. Il frontale tra l’autovettura in cui viaggiava Marco Grandi e un camion con un 50enne alla guida si è verificato intorno alle 18:30 lungo la strada provinciale 12 “Corinaldese”.

Nel rettilineo vicino all’ex distributore di carburante, l’uomo – forse a causa di un malore – si è scontrato con la sua Ford Focus Station wagon contro il mezzo pesante, un Renault che trasportava merce per un’azienda senigalliese.

I soccorsi sul luogo della tragedia
I soccorsi sul luogo della tragedia

Dai primi rilievi mossi dai Carabinieri sembra che vi sia stata un’invasione di corsia ed è proprio lì che si stanno concentrando gli accertamenti per capire come mai si sia verificato l’incidente. Impossibile evitare l’impatto: Marco Grandi è deceduto sul colpo rimanendo incastrato nell’abitacolo, mentre il camionista è finito con il mezzo contro una pianta e poi nella scarpata a lato della carreggiata.

L’incidente lungo la provinciale Corinaldese

Anche il camionista 50enne è rimasto nella cabina, con alcune fratture: per liberarlo sono intervenuti i Vigili del fuoco. Successivamente grazie ai sanitari di 118 e Croce Verde di Ostra è stato trasportato al pronto soccorso senigalliese e poi all’ospedale regionale a Torrette di Ancona, dove non è in pericolo di vita.

Marco Grandi era molto conosciuto a Corinaldo: il 72enne, docente universitario e avvocato, era anche il presidente del Centro Studi “Gen. Domenico Grandi” che ogni settembre, da 32 anni, premia gli alunni corinaldesi della scuola secondaria di primo grado e degli istituti superiori con il miglior profitto scolastico. Un impegno per la città e per i giovani riconosciuto da tutti i concittadini e da tutte le amministrazioni comunali che hanno collaborato con l’ente. Il lutto torna dunque a colpire la città di Corinaldo, già provata dalla tragedia della discoteca Lanterna Azzurra di neanche due mesi fa.