Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Morta dopo l’operazione all’anca, fissato il funerale per l’addio a Laura Mentuccia

Sarà celebrato domani (7 giugno) ad Ostra, nella basilica Santa Croce. Effettuata l'autopsia sul corpo della 58enne finita in Rianimazione dopo un ricovero a Villa Igea. I primi esiti non hanno chiarito il motivo della caduta in bagno

L'ospedale di Torrette
L'ospedale di Torrette

OSTRA – È stata fatta l’autopsia e il pm ha restituito la salma di Laura Mentuccia, la 58enne morta ad Ancona dopo un’operazione all’anca, ai familiari. Domani il funerale, alle 17, nella basilica di Santa Croce. L’esame autoptico, svolto ieri all’ospedale di Torrette dal medico legale Loredana Buscemi, incaricato dalla Procura dopo l’esposto dei parenti della defunta (leggi l’articolo), non avrebbe chiarito il motivo della caduta in bagno della 58enne, quella avvenuta a Villa Igea il 25 maggio e che poi ha portato alla morte della donna, venerdì scorso. Il 25 maggio la paziente, che era ricoverata nella clinica di via Maggini dopo un intervento all’anca effettuato il 23 maggio, era stata soccorsa perché cadendo aveva battuto la testa e si era procurata un trauma cranico. Per la donna era stato necessario un ricovero urgente nel reparto di Rianimazione di Torrette dove non si è più ripresa. I familiari, scioccati dalla perdita prematura e improvvisa, si erano rivolti alla Procura tramite l’avvocato Ruggero Tomasi per avere una risposta sulla morte e se questa sia legata in qualche modo all’operazione fatta giorni prima. All’autopsia ha partecipato anche un medico di parte, nominato dalla famiglia della donna deceduta. I primi esiti avrebbero evidenziato solo il trauma della caduta e riscontrato una anemia sulla paziente. La dottoressa Buscemi si è presa 90 giorni per relazionare in maniera completa sugli esiti. Il fascicolo aperto in Procura al momento sarebbe ancora contro ignoti. Dopo il funerale Mentuccia, che lascia il marito e due figli, verrà cremata.