Montemarciano, intervento di somma urgenza contro l’erosione costiera

Comune e Regione interverranno con lavori urgenti nei prossimi giorni: scogliere arretrate per fruire della spiaggia. In seguito pulizia, ripascimento e autovelox

L'erosione costiera a Marina di Montemarciano: i danni della mareggiata
L'erosione costiera a Marina di Montemarciano: i danni della mareggiata

MONTEMARCIANO – Partirà nei prossimi giorni l’intervento di somma urgenza per il posizionamento di nuove scogliere per contrastare l’erosione della spiaggia a Marina di Montemarciano. L’annuncio è arrivato ieri durante l’incontro tra il sindaco Liana Serrani, l’associazione di categoria Oasi Marina e il comitato Ultima Spiaggia.

I lavori per fermare l’erosione del tratto costiero di Marina di Montemarciano interesseranno per adesso solo il tratto in cui il mare ha “mangiato” la spiaggia e la strada. Non saranno quelli definitivi, ci tengono a sottolineare, ma solo un temporaneo intervento dal costo di 280mila euro ripartiti tra Comune e Regione Marche, per affrontare le questioni più urgenti.

In particolare, grazie alle scogliere naturali leggermente arretrate rispetto alla sede stradale saranno tutelate le abitazioni, il lungomare e il collettore fognario, sfiorato fortunatamente con l’erosione dell’ultima mareggiata che ha provocato danni lo scorso 3 febbraio.
A ciò seguirà anche la pulizia dell’arenile da una serie di detriti che puntualmente si ripresentano con le mareggiate e di quelli causati dai danni all’asfalto per esempio, così come dovrebbe arrivare un autovelox per disincentivare gli automobilisti dal piede pesante.

Solo in seguito si arriverà al ripascimento della spiaggia locale come richiesto da Giacomo Cicconi Massi in rappresentanza di Oasi Confartigianato, da Alberto Berardi e Mauro Mengucci per il Comitato Ultima Spiaggia. Una manna per residenti e operatori del posto, da anni alle prese col problema dell’erosione, ben lontano ancora dalla parola “fine”.