Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Montemarciano in festa per i 15 anni di gemellaggio con la Germania

Attesa a settembre una folta delegazione dalla città bavarese di Höhenkirchen-Siegertsbrunn. Il sindaco Bartozzi: «Rinsaldare i rapporti di amicizia con i comuni gemellati dopo il periodo pandemico che ha un po’ allontanato le comunità»

Il gemellaggio di Montemarciano con la città bavarese di Höhenkirchen-Siegertsbrunn fu sottoscritto nel 2006 in Italia
Il gemellaggio di Montemarciano con la città bavarese di Höhenkirchen-Siegertsbrunn fu sottoscritto nel 2006 in Italia

MONTEMARCIANO – Celebrazioni in vista per il Comune di che nel mese di settembre prossimo festeggerà i 15 anni di gemellaggio con Höhenkirchen-Siegertsbrunn (Germania). Tra il 15 e il 19 settembre una folta delegazione arriverà nelle Marche per una serie di iniziative volte a rinsaldare quel rapporto di amicizia nato nel 2007. Per l’occasione sarà dunque ospite di Montemarciano una sessantina di persone tedesche a cui si aggiungeranno anche sei referenti per le delegazioni istituzionali degli altri Comuni legati da vincoli di gemellaggio: Sinj (Croazia, il cui rapporto risale al 1998), Quincy Sous-Sénart (Francia, il più datato, nato nel 1987) e Saue (Estonia, la relazione più giovane è del 2013).

Nella delegazione di oltre 70 persone dunque saranno presenti figure istituzionali, responsabili delle associazioni di volontariato e vari giovani: per tutti loro è stato organizzato un nutrito programma di iniziative, volte anche alla conoscenza del territorio. «Lo scopo – spiega il sindaco Damiano Bartozzi – è quello di rinsaldare i rapporti di amicizia con i comuni gemellati dopo il periodo pandemico che ha un po’ allontanato le comunità». Rapporti nati nell’ambito di uno «spirito europeista», fa eco l’assessore Lorenzo Seta, che è bene rafforzare in un periodo delicato per il vecchio continente. L’Europa, di fatto, è stretta tra la guerra in Ucraina, che ha visto tutti i paesi uniti nella condanna di tale aggressione, e le problematiche energetiche che rischiano di far saltare tale unità. Da qui il lavoro per ricucire gli europei. «Nel nostro piccolo – spiega ancora Seta – stiamo lavorando per consolidare le amicizie nate anni fa dato che guerra e pandemia ci stanno un po’ allontanando. Lo faremo con una serie di iniziative e con una volontà di accoglienza diffusa».

Il Comune, infatti, ricerca famiglie disponibili ad accogliere gli ospiti relativamente al solo pernottamento e prima colazione, proprio per «diffondere un senso di appartenenza europeo, di accoglienza e di scambio culturale. Negli anni, da questi stimoli, sono nate anche nuove famiglie». Durante le celebrazioni del 15° anniversario del gemellaggio con il Comune di Höhenkirchen-Siegertsbrunn sono previsti momenti musicali con le esibizioni della banda cittadina e della corale, il giro dei parchi e giardini intitolati alle comunità gemellate, l’incontro con il presidente Francesco Acquaroli e con i rappresentanti della Regione Marche, oltre a un tour alla scoperta del territorio che includerà anche i limitrofi Monte San Vito e Chiaravalle.