Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Montemarciano, ex insegnante trovata morta in casa: stroncata da un malore

La vittima, Roberta Cardinali, 67 anni abitava sola ed era in pensione già da diversi anni. Non ha fatto in tempo a chiedere aiuto. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e il 118

MONTEMARCIANO – Non riusciva a contattarla al telefono, né lei rispondeva ai messaggi. Un silenzio inusuale che ha insospettito e preoccupato, ma che poi, si è rivelato fondato una volta aperto l’uscio di casa.

Macabra scoperta quella effettuata nella notte, verso l’una, da un uomo di Montemarciano che ha raggiunto l’abitazione di una sua amica, che viveva sola, insospettito dal fatto che non gli rispondesse al cellulare. L’uomo, amico fidato della donna, aveva una copia delle chiavi di casa e quando è entrato, l’ha trovata riversa sul pavimento esanime. Ha lanciato l’allarme al 118, i sanitari hanno anche allertato i Carabinieri. Ma al loro arrivo nell’appartamento, per lei non c’era già più nulla da fare: il cuore aveva smesso di battere presumibilmente da diverse ore prima.

Il medico del 118 ha soltanto potuto constatare il decesso, sopraggiunto verosimilmente per un malore improvviso che le ha impedito persino di raggiungere il cellulare e chiamare aiuto. La vittima, Roberta Cardinali, 67 anni, era un’insegnante già in pensione da diversi anni. Abitava da sola e conduceva una vita riservata e tranquilla.

Sul posto sono anche intervenuti i Carabinieri delle Stazioni di Marzocca e di Montemarciano. Non sono stati rilevati elementi che potrebbero far supporre all’azione di terzi, la casa era in ordine, non mancava nulla ed era chiusa dall’interno. Si esclude pertanto una morte violenta. Inoltre, dalla ricognizione esterna del cadavere sembra che non vi fosse alcun segno di ematomi o traumi. A tradire l’insegnante, potrebbe essere stato un malore fatale. Pertanto, il magistrato di turno, ha disposto la restituzione della salma alla famiglia che nelle prossime ore provvederà alla sepoltura.