Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Montemarciano, evade dai domiciliari e finisce in carcere

Una persona è uscita di casa sfruttando un permesso ma è stata trovata in compagnia di uno tossicodipendente e in possesso di stupefacenti per cui il giudice ha appesantito la condanna disponendo la traduzione a Montacuto

Senigallia, carabinieri

MONTEMARCIANO – Evade dai domiciliari, scatta l’arresto. E’ avvenuto a Montemarciano nel pomeriggio di venerdì 3 luglio, quando i Carabinieri hanno messo le manette ai polsi di un uomo classe ’78. Si tratta dell’esecuzione di un provvedimento di detenzione in carcere stabilita dal magistrato di sorveglianza a carico di un 42enne che era già stato condannato in sede penale per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e ricettazione, commessi nel 2009.

L’uomo era ristretto agli arresti domiciliari dal 2018. Il 28 giugno aveva ottenuto un permesso per uscire di casa, ma si era intrattenuto fuori dalla sua abitazione, oltre il tempo consentito, ed era stato controllato in compagnia di un tossicodipendente. Durante il controllo era stato trovato in possesso di metadone e di una dose di droga, pertanto era stato anche segnalato alla Prefettura di Ancona come assuntore di stupefacente e tratto in arresto per evasione.

L’autorità giudiziaria dorica ha aggravato la posizione dell’uomo. I militari hanno quindi ritracciato l’uomo e, oggi pomeriggio, è stato portato in carcere: per lui si sono aperte le porte della struttura di Montacuto.