Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Marco Paolini chiude la stagione teatrale

Venerdì alle 21 in scena "Numero Primo" lo spettacolo che chiude la stagione teatrale a Senigallia. Pochi i biglietti disponibili presso la biglietteria del Teatro La Fenice

Marco Paolini

SENIGALLIA – Venerdì alle 21, a chiudere il cartellone della stagione di prosa del Teatro La Fenice di Senigallia sarà Marco Paolini con “Numero Primo”: un esperimento di fantascienza “teatrale”, in cui anche il pubblico diventa protagonista. Il teatro di via Cesare Battisti si prepara, così, ad un altro sold-out, con pochissimi biglietti ancora disponibili.

Lo spettacolo
“Numero Primo” è un’opera aperta, una storia che racconta di un futuro probabile fatto di cose, di bestie e di umani, rimescolati insieme come si fa con le carte prima di giocare. Ma “Numero Primo” è anche il soprannome del protagonista. Marco Paolini e Gianfranco Bettin, coautori di questo lavoro, sono partiti da alcune domande: qual è il rapporto di ciascuno di noi con l’evoluzione delle tecnologie? Quanto tempo della nostra vita occupano? Quanto ci interessa sapere di loro? Quanto sottile è il confine tra intelligenza biologica e intelligenza artificiale? Il termine antropocene è stato adottato dalla comunità scientifica per identificare una giovanissima era geologica caratterizzata dall’azione prevalente del fattore umano come causa di trasformazione del pianeta. Apparentemente l’antropocene è governato da un principio difficile da comprendere per il mondo scientifico: la moda. Tutto ciò che non è di moda fatica a sopravvivere, o si estingue: vale per le cose, per gli animali, per le istituzioni, per le buone idee e per le migliori intenzioni. Le nuove tecnologie sono di moda per definizione, ma spesso invecchiano in fretta generando però nuove attese. E se a cambiare rapidamente non fossero solo le cose e gli scenari intorno a noi, ma noi stessi? E in tal caso verso quale direzione o destinazione? Dovremo forse chiederlo alla moda. Al narratore sulla scena tocca il compito di rendere credibili cose possibili domani, ma che oggi appaiono inverosimili, 

Biglietti

La riduzione è valida per Soci COOP, under 25, over 65, Gruppi e Convenzioni:

I settore Intero € 30 / Ridotto € 25

II settore Intero € 25 / Ridotto € 20

III settore Intero € 20 / Ridotto € 15