Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Malore in acqua, 30enne salvato da un amico a Senigallia. È grave

Un uomo di origini indiane ha rischiato di annegare a Marzocca: è stato soccorso da un connazionale poi l'allerta al 112. Ora versa in gravissime condizioni a Torrette

eliambulanza, elisoccorso Marche, 118
L'eliambulanza

SENIGALLIA – Sono ancora molto gravi le condizioni dell’uomo rianimato sulla spiaggia dopo aver fatto il bagno. Si trova all’ospedale regionale a Torrette di Ancona intubato e incosciente, dopo l’episodio avvenuto durante il pomeriggio del 2 giugno, festa della Repubblica, sul tratto di Marzocca.

Tutto è accaduto in pochi istanti, prima in acqua e poi sull’arenile: un trentenne di nazionalità indiana si era tuffato in acqua assieme a un amico connazionale quando si è sentito male. Si è accasciato in acqua in modo scomposto, il che ha fatto percepire al compagno che qualcosa non andava. È stato portato a riva con l’aiuto di alcuni passanti, tra cui sembra ci fosse un medico, poi sono iniziate le prime operazioni di soccorso sul bagnasciuga. 

Nel frattempo è stato allertato il 112 regionale che ha inviato sul posto, nei pressi di un bar-ristorante, l’ambulanza e l’elisoccorso. Il medico ha proseguito le manovre di rianimazione che hanno portato a un primo positivo risultato, quello di scongiurare il decesso. Con l’eliambulanza è stato trasportato d’urgenza al polo regionale dorico dove si trova tuttora ricoverato in rianimazione tra la vita e la morte, ancora incosciente.

Sul posto è giunta anche la volante della Polizia del commissariato cittadino, allertata dal 112 regionale. Gli agenti hanno provveduto a raccogliere alcune informazioni sul 30enne, come le generalità e la dinamica di quanto accaduto. La prognosi rimane ancora riservata.