Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Pd Senigallia: «La maggioranza di centrodestra condanni le ciarlatanerie no-vax»

Dopo i manifesti contro la sperimentazione vaccinale e l'obbligo del green pass, anche il Vangelo per attaccare Silvestri, Mangialardi e Angeletti

Maurizio Mangialardi
Maurizio Mangialardi

SENIGALLIA – Il Pd cittadino si scaglia contro l’anonimo manifesto apparso ad Ancona ed esprime solidarietà al professor Guido Silvestri, al capogruppo dem in consiglio regionale Maurizio Mangialardi e alla vicepresidente del consiglio comunale senigalliese Margherita Angeletti. 

I tre convinti sostenitori dell’efficacia del vaccino sono stati chiamati in causa da chi mette in discussione quanto affermato dalla scienza ufficiale. I democratici di Senigallia fanno sapere che «l’anonimo manifesto apparso in piazza ad Ancona che fa il paio con i manifesti contro i vaccini e il green pass affissi in questi giorni in città, come ha ben detto il prof. Guido Silvestri, dovrebbe solo far vergognare questa gente “a pubblicare certa roba”. Come Partito Democratico Senigallia stigmatizziamo l’uso del Vangelo per diffondere teorie complottiste e fuorvianti a discapito del sapere scientifico». 

Dal Pd senigalliese arriva però anche una frecciatina alla maggioranza di centrodestra, sindaco in testa, a cui viene chiesta una «presa di posizione netta di condanna ai manifesti vaneggianti contro i vaccini e il green pass. I fatti accaduti in questi giorni con l’affissione di manifesti deve essere chiarita in Consiglio comunale anche in virtù dell’interrogazione scritta dalla vice-presidente del consiglio Margherita Angeletti, ma i cittadini chiedono rigore morale e una presa di posizione determinata dell’amministrazione comunale è doverosa. Se quest’ultima tarderà ancora ad arrivare, con anche il concerto di Povia in vista, si potrà pensare solo ad una irresponsabile concessione di spazio alle ciarlatanerie no-vax».