Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Sorpreso su una macchina rubata, tenta la fuga: 34enne arrestato dai Carabinieri di Montemarciano

L'uomo, che guidava ubriaco e senza patente, è stato arrestato per furto e resistenza a pubblico ufficiale

MONTEMARCIANO – Era stato intercettato nella notte al volante di un’auto, risultata poi rubata. Un bell’intervento, che ha visto il coordinamento di tutti i militari della Stazione Carabinieri di Montemarciano quello avvenuto nella notte appena trascorsa. I militari hanno arrestato un uomo di 34 anni, originario del Marocco, domiciliato a Montemarciano, dove lavora per una ditta edile. E’ accusato di furto e resistenza a pubblico ufficiale.

Tutto è iniziato nella serata di ieri 6 luglio, quando i Carabinieri in servizio di pattugliamento del territorio hanno notato in via Alberici, alle porte di Montemarciano, una Renault Clio con un uomo a bordo che, alla vista della pattuglia, ha accelerato cercando di scappare a forte velocità. Innumerevoli le violazioni al Codice della strada, con una guida pericolosa che ha messo a repentaglio l’incolumità di altri automobilisti incrociati nel tragitto. Ne è nato dunque un rocambolesco inseguimento per le campagne del paese. Il fuggitivo, sentendosi braccato, ha dunque fermato l’auto abbandonandola e scappando a campi. I militari, che nel frattempo avevano fatto scattare accertamenti più approfonditi sul soggetto, sono riusciti a risalire alla sua identità e lo hanno rintracciato successivamente presso l’abitazione dove è domiciliato. Alla vista dei militari, l’uomo ha nuovamente cercato di fuggire, ma è stato tutto inutile. Dopo una breve colluttazione è stato bloccato e condotto in caserma per essere identificato e per gli accertamenti del caso, al termine dei quali è emerso che la vettura Renault Clio risultava rubata. Inoltre, il 34enne guidava senza patente, non avendola mai conseguita. Era anche in stato di ebrezza, come accertato dagli esami alcolemici che hanno riscontrato un tasso di 0,85 g/L di alcool nel sangue.

L’uomo è stato dunque arrestato per furto e resistenza a pubblico ufficiale. Questa mattina è comparso davanti al giudice del Tribunale di Ancona, il quale ha convalidato l’arresto e disposto l’applicazione della misura  cautelare dell’obbligo di firma presso la Stazione Carabinieri di Montemarciano.