Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Milano e Serra de’ Conti unite nel lutto per la scomparsa del professor Eraldo Bellini

Da tempo lottava contro una grave malattia. Funerali alla basilica di S.Ambrogio poi giovedì 15 messa alla chiesa parrocchiale serrana

Eraldo Bellini
Eraldo Bellini

MILANO – Il capoluogo lombardo e Serra de’ Conti sono in lutto per la scomparsa di Eraldo Bellini, docente nativo del paese tra le colline della valle del Misa e professore ordinario di Letteratura Italiana nella facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Cattolica. L’uomo è deceduto martedì 13 febbraio a seguito di una malattia contro cui lottava da tempo.

Eraldo Bellini nasce a Serra de’ Conti nel 1957 e dopo la maturità classica conseguita al liceo Perticari di Senigallia, si laurea in lettere all’Università Cattolica dove ha intrapreso la strada della ricerca in scienze linguistiche, filologiche e letterarie, poi di letteratura italiana, prima di divenire nel 2001 professore associato e nel 2005 ordinario.

Ma la sua attività (leggi la SCHEDA biografica) non si esauriva a Milano, né al solo insegnamento agli studenti universitari: Eraldo Bellini, tra il 2001 e il 2008, ha tenuto diverse lezioni e conferenze negli Stati Uniti, presso la Yale University e il Boston College ed era socio del Centro di studi muratoriani di Modena, membro del Comitato direttivo dell’Associazione degli Italianisti (Adi), dell’Accademia Ambrosiana e del Centro di ricerca «Letteratura e cultura dell’Italia unita» dell’Università Cattolica, oltre a far parte del Comitato scientifico della rivista «Aevum».
Di lui tanti professori, colleghi e studenti hanno lasciato affettuosi messaggi di ricordo. Lascia la moglie Anna e i figli Lorenzo e Giulia.

I funerali si terranno a Milano mercoledì 14 febbraio, alle 14.45, nella basilica di Sant’Ambrogio, prima che la salma torni nel suo paese natìo, Serra de’ Conti, dove giovedì 15, alle ore 10:30, verrà celebrata una messa nella chiesa parrocchiale.