Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Lungomare Da Vinci, la giunta Olivetti scommette sul doppio senso di marcia

Approvato uno studio di fattibilità per partecipare a un bando regionale: sul piatto fino a 100 mila euro di cofinanziamento. «Il sindaco: Lo faremo ugualmente»

Il lungomare Da Vinci, a Senigallia: pista ciclabile sulla sinistra, parcheggi a pagamento sulla destra
Il lungomare Da Vinci, a Senigallia: pista ciclabile sulla sinistra, parcheggi a pagamento sulla destra

SENIGALLIA – Tornerà il doppio senso di circolazione sul lungomare Da Vinci. Lo ha deciso la giunta Olivetti che ha con la delibera n. 228 approvato uno studio di fattibilità per ripristinare il doppio senso di marcia. Non su tutto il percorso reso a senso unico dalla precedente amministrazione, ma solo su una porzione limitata.

Lo studio di fattibilità tecnico-economica ha una finalità precisa: rispondere alle promesse fatte in campagna elettorale l’anno scorso. Interessato dal provvedimento sarà il tratto che dal sottopasso nei pressi delle ex colonie Enel arriva fino al circolo F.lli Bandiera. Un tratto che, dal 2019 è a senso unico di marcia con direzione sud. L’amministrazione Mangialardi aveva più volte spiegato ai residenti e agli imprenditori turistici della zona che non era possibile mantenere il doppio senso, la pista ciclabile denominata ciclovia Adriatica e i parcheggi, date le ristrette dimensioni della strada.

Secondo la nuova compagine di governo questo scenario è invece possibile. Lo studio è finalizzato anche a intercettare il co-finanziamento previsto dal bando della Regione Marche. «A prescindere dall’ottenimento o meno del finanziamento per circa 100 mila euro – ha spiegato il sindaco Massimo Olivetti – la nostra volontà è quella di procedere comunque alla realizzazione delle opere necessarie per ristabilire il doppio senso di marcia nel tratto compreso tra il sottopasso ferroviario di via Galilei e il Circolo F.lli Bandiera, e ciò proprio per restituire dignità e giustizia ai tanti residenti, che sono stati penalizzati dall’imposizione del senso unico».
Ancora in fase di valutazione, invece, è la realizzazione di due parcheggi sullo stesso litorale.

Exit mobile version