Quando è legittima difesa e quando si eccede: un convegno a Senigallia

Alla tavola rotonda parteciperanno il sostituto procuratore Ruggiero Dicuonzo, il dirigente del Commissariato Agostino Licari e quattro avvocati penalisti tra cui il responsabile del progetto “Difesa Legittima Sicura” Roberto Paradisi

SENIGALLIA – Mentre alcuni fatti di cronaca fanno discutere l’intera nazione con polemiche a non finire, mentre si vuole riformare la legge in tema di legittima difesa, a Senigallia si dibatte con vari esperti dell’argomento. Quando la difesa è legittima? Quando invece la reazione è esagerata e si scade quindi nell’eccesso colposo?

Proprio ieri è stata resa nota la notizia dell’archiviazione dell’indagine per eccesso colposo di legittima difesa a carico di un 25enne di Senigallia che aveva difeso un’amica dall’aggressione dell’ex fidanzato, avvenuta la scorsa estate.

Di tutto ciò si parlerà in sala consiliare venerdì 29 giugno, durante una tavola rotonda proposta dalla rete “Difesa Legittima Sicura” che, proprio da Senigallia, ha lanciato un’iniziativa nazionale a difesa delle donne e dei soggetti più deboli.

L'aula consiliare del Municipio di Senigallia
L’aula consiliare del Municipio di Senigallia

Il convegno avrà inizio alle ore 21: alla tavola rotonda dal titolo “La difesa è sempre legittima (?)” interverranno relatori d’eccezione come il sostituto procuratore della Repubblica di Ancona Ruggiero Dicuonzo; il dirigente del Commissariato di Polizia di Senigallia Agostino Licari; gli avvocati penalisti Roberto Paradisi (responsabile del progetto “Difesa Legittima Sicura”), Matteo Giambartolomei (vice-coordinatore del progetto), Carlo Pressiani e Lara Invernizzi. Spazio anche alla dott.ssa Milena Pugnaloni, referente per la Procura per le vittime vulnerabili.

Un dibattito che si preannuncia interessante per le diverse prospettive (quella della pubblica accusa, della difesa e delle istituzioni di polizia) dalle quali verrà affrontato il tema.
Non avrà solo un taglio teorico: il dibattito verterà anche su aspetti pratici e concreti e conterrà una riflessione sulla legittima difesa degli esperti di arti marziali.
Previsti a tal proposito interventi anche dell’olimpionica di judo Lucia Morico e della campionessa di ju jitsu Linda Ragazzi, responsabili tecniche del progetto DLS.
L’evento è accreditato dall’ordine degli avvocati di Ancona.