Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Le fotografie di Lorenzo Cicconi Massi nel calendario Amani 2021

L’associazione no profit di Milano, che opera a favore di bambini e bambine di strada africani per affermare i loro diritti primari, ha scelto il fotografo di Senigallia per raccontare i propri progetti

Il calendario Amani 2021 con le fotografie di Lorenzo Cicconi Massi
Il calendario Amani 2021 con le fotografie di Lorenzo Cicconi Massi

SENIGALLIA – Le fotografie di Lorenzo Cicconi Massi nel calendario Amani 2021. L’associazione no-profit di Milano celebra con i suggestivi scatti del fotografo senigalliese i 20 anni di uno dei centri di accoglienza che l’associazione ha fondato in Africa.

Stampato e pronto per la vendita, il calendario Amani 2021 è nato dopo la permanenza di Lorenzo Cicconi Massi a Lusaka, in Zambia, nell’autunno 2019. Un mese ospite al Mthunzi Centre, il “rifugio” (da qui il nome africano) per molti bambini recuperati dalla strada e accolti in una struttura gestita da educatori africani, molto spesso anche loro ex bambini di strada. 

Qui ha vissuto un mese intenso, la macchina fotografica sempre vicina, per immortalare, nel pieno spirito di Amani, l’attimo di gioia, di vita quotidiana, di luce sui volti, di acrobazie, di studio e di gioco dei ragazzi. Raccontare la crescita, da qui il titolo “Crescere” del calendario Amani 2021, quella capacità di afferrare al volo il futuro da parte di bambini che molti credevano perduti, immersi nella violenza, nella ferocia e nelle droghe della strada, e invece rinati e finalmente, meritatamente, felici e di nuovo bambini.

«Le foto di Lorenzo Cicconi Massi» si legge nella presentazione del calendario, scritta da padre Renato Kizito Sesana, fondatore delle numerose koinonia (comunità di laici, uomini e donne) che Amani sostiene «fondono il posto e le persone che lo abitano in un’unica entità. Christopher che cammina con Oscar in piedi sulle sue spalle sono un albero. Le ragazze sull’attenti pronte alla danza traggono nutrimento dalla terra. Joseph che stende la zanzariera sta acchiappando il cielo e ne è parte».

Il Mthunzi Centre è un luogo dove si cresce, cosa assai difficile per chi ha vissuto buona parte dei propri pochi anni tra abbandono, disprezzo e paura, senza nessuno che si prendesse cura di lui. «Sono proprio i piccoli» continua Kizito «che ci aiutano a crescere. A uscire dagli infantilismi, dall’incapacità di donare e donarsi. Che ci fanno maturare, crescere nella sapienza vera. Sono i piccoli che generano un mondo nuovo».
Info: www.amaniforafrica.it