Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Lavoro nero e violazioni a protocolli Covid-19: per un laboratorio di abbigliamento a Trecastelli

Sospensione dell'attività e multe complessive pari a 10mila euro: numerose violazioni dei protocolli di sicurezza anti Covid-19, tra cui il mancato uso delle mascherine, del gel igienizzante e l’assenza di ventilazione dei locali.

TRECASTELLI – Lavoro nero e mancato rispetto dei protocolli contro la diffusione pandemica del coronavirus. Sono questi i capi di accusa che hanno portato alla sospensione dell’attività imprenditoriale e all’elevazione di sostanziose multe ad un laboratorio di confezioni di abbigliamento sito a Passo Ripe di Trecastelli  e gestito da un imprenditore di nazionalità cinese.

Le sanzioni sono arrivate a seguito di un controllo effettuato nell’ultima settimana di agosto da parte dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Ancona, insieme ai Carabinieri del Nucleo Tutela Lavoro di Ancona , al personale dello SPSAL ASUR MARCHE e al Comando dei Vigili del Fuoco di Ancona.

Tante le violazioni riscontrate a partire dall’impiego irregolare dei lavoratori: 3 sui 7 presenti sono risultati in nero e quindi privi di qualsiasi forma di contratto. Ad aggravare ulteriormente la situazione le numerose violazioni dei protocolli di sicurezza anti Covid-19, tra cui il mancato uso delle mascherine, del gel igienizzante e l’assenza di ventilazione dei locali.

Non è tutto: dal sopralluogo sono emerse anche gravi irregolarità di alcuni locali usati come cucina e dormitorio, oltre all’assenza delle uscite sicurezza e la non messa a norma degli estintori. Per l’azienda è scattata così la sospensione dell’attività imprenditoriale e sono state elevate sanzioni per circa diecimila euro.