Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

L’arte diventa solidale a Senigallia grazie a Aos e Rotary

Quando arte e solidarietà vanno a braccetto non può che nascere un arricchimento, sia per i pazienti oncologici, sia per i fruitori

Arte e solidarietà nell'iniziativa di Aos e Rotary Senigallia
Arte e solidarietà nell'iniziativa di Aos e Rotary Senigallia

SENIGALLIA – Nuova iniziativa quella messa in campo dall’Associazione Oncologica Senigalliese (Aos) per coniugare arte e cultura in favore del sostegno alle persone che soffrono. È stata infatti presentata una cartella a tiratura limitata composta da quattro acqueforti dal titolo “Territorio dell’Immaginario”, realizzata da altrettanti giovani artisti dell’Accademia di Belle Arti di Urbino, il cui ricavato di vendita andrà interamente devoluto all’Aos.

L’Aos dal 1994 offre – come ha spiegato il dott. Massimo Marcellini, direttore scientifico della bella realtà senigalliese – gratuitamente a domicilio, tutti i giorni e nell’intero territorio delle valli Misa e Nevola, un’assistenza medica, psicologica e infermieristica ai malati oncologici, permettendo loro le migliori condizioni di vita possibili, nel proprio ambiente e insieme alla propria famiglia.
Lo stilista Flavio Sabbatini, già direttore artistico del festival europeo Arte Viva, e l’arch. Alberto Bacchiocchi, illustrando le singole acqueforti ispirate alla natura e alle opere d’arte del nostro territorio, hanno definito le incisioni in cartella espressioni artistiche senza tempo che, oltre a raccontare la nostra città, ed in omaggio ad essa, mettono in risalto il vivace fermento culturale che la contraddistingue. Un modo per dimostrare come l’arte possa diventare un valido strumento di aiuto per la gestione della sofferenza.

Anche il Rotary club Senigallia ha voluto dare il suo appoggio all’iniziativa dell’Aos. Il presidente Massimiliano Belli ha sottolineato come il valore della solidarietà rappresenti un elemento fondante del vivere rotariano.