Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

L’Anpi Senigallia ricorda il suo presidente onorario, l’ex sindaco Giuseppe Orciari

Giacomini: «L’impegno antifascista una costante nella sua vita, i suoi insegnamenti resteranno in noi per sempre». Il presidente del consiglio Bello: «Sindaco dello sviluppo, da parlamentare ha dato dignità e rappresentanza al nostro territorio»

L'ex sindaco e parlamentare Giuseppe Orciari
L'ex sindaco e parlamentare Giuseppe Orciari

SENIGALLIA – Anche la sezione Anpi di Senigallia e il presidente del consiglio comunale ricordano l’ex sindaco e parlamentare Giuseppe Orciari, scomparso ieri all’età di 97 anni. Un ricordo non solo istituzionale ma anche a livello personale, data la figura carismatica che la città e l’Italia intera hanno perso.

Per l’Anpi Senigallia Giuseppe Orciari ricopriva anche l’incarico di presidente onorario. «L’impegno antifascista è stato una costante nella sua vita: si è sempre battuto a favore della libertà e si è contraddistinto come fermo sostenitore della Costituzione ritenendola fondamentali per la nostra democrazia». Una vita dedicata alla famiglia e alla politica: sindaco della nostra città per 20 anni e poi parlamentare della repubblica, attivista importante del Partito Socialista Italiano, Giuseppe Orciari era «un uomo modesto e persona per bene», commenta il presidente Leonardo Giacomini. «Un saluto grande da tutti gli iscritti all’Anpi: il suo esempio, i suoi insegnamenti resteranno in noi per sempre».

«È stato il sindaco dello sviluppo, con una visione della città proiettata nel futuro», afferma Massimo Bello, presidente del consiglio comunale di Senigallia. «Un parlamentare, che ha dato concretamente dignità e rappresentanza al nostro territorio. Un socialista di altri tempi, che è riuscito a consolidare la presenza del suo partito a livello nazionale. Un politico di alto profilo istituzionale ed umano. Un amico e una persona, da cui nonostante ci dividesse l’appartenenza ideale, ho imparato molto: il rispetto, la dedizione, la passione politica, l’impegno per la comunità».