Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Labirinti, relax e didattica nel verde: rinasce l’area di Madonna del Piano

Aree giochi e per rilassarsi, percorsi labirintici e spazi per il birdwatching, oltre a un'area dedicata al mondo dell'istruzione. L'amministrazione di Corinaldo dà il via al progetto Bio.Ma.

Labirinti, zone relax e spazi per la didattica nel verde: Corinaldo dà il via al progetto Bio.Ma.
Labirinti, zone relax e spazi per la didattica nel verde: Corinaldo dà il via al progetto Bio.Ma.

CORINALDO – Non paga di aver fatto partire i lavori per una nuova scuola che ospiterà circa 400 alunni corinaldesi, l’amministrazione comunale targata Principi ha dato il via a un nuovo progetto – Bio.Ma. (Parco delle biodiversità delle Marche) – che coniuga istruzione e didattica nel verde, ciclo-turismo e valorizzazione dell’ambiente.

Si tratta di risistemare un’area rurale per realizzarvi spazi a favore della collettività, tra cui percorsi labirintici e un’aula a cielo aperto per la didattica nel verde. L’area individuata con il progetto Bio.Ma. è situata lungo il fiume Cesano, all’interno della pineta di Madonna del Piano.

Labirinti, zone relax e spazi per la didattica nel verde: Corinaldo dà il via al progetto Bio.Ma.
Labirinti, zone relax e spazi per la didattica nel verde: Corinaldo dà il via al progetto Bio.Ma.

La strategia messa a punto dal Comune, in collaborazione con la cooperativa Hort e l’università di Bologna, prevede dunque che venga allestita questa aula immersa nel bosco per la didattica nel verde e finalità ludico-ricreative dedicate agli alunni e agli insegnanti delle scuole di Corinaldo, ma sarà fruibile anche da tutta la comunità, dai ciclo-turisti, dagli appassionati di nordic-walking, orienteering e birdwatching, dagli appassionati di flora e fauna.

L’area del bosco diventerà uno spazio dedicato alla didattica nel verde, all’aperto e interdisciplinare, con predilezione per le scienze applicate, ma ci saranno anche aree giochi, spazi per incontri, giornate evento o semplicemente relax. Una siepe delimiterà l’area didattica dai percorsi a labirinto, mentre installazioni con pannelli di legno metteranno a disposizione della comunità le informazioni sulla biodiversità del territorio.