La Valmisa celebra il 4 novembre la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate

Diverse le celebrazioni per ricordare le vittime della Prima guerra mondiale a cento anni dalla fine del conflitto e riflettere sul concetto di pace e democrazia

Il Tricolore, la bandiera italiana
Il Tricolore, la bandiera italiana

VALMISA – Sono diverse tra i comuni della vallata le celebrazioni organizzate in occasione della ricorrenza del 4 Novembre, la data in cui si celebra la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate e in cui si ricordano i caduti di tutte le guerre, in particolar modo quelli della Prima guerra mondiale.

Ad Arcevia si terrà una cerimonia semplice ma dal profondo significato presso la frazione di Avacelli. Arcevia è una comunità che ha dato tanto in termini di sacrificio umano sia nella
prima sia nella seconda guerra mondiale, ben 244 persone. Una riflessione sull’importanza della pace e dell’attività diplomatica per la risoluzione dei conflitti sarà al centro dell’iniziativa in collaborazione con le scuole e le associazioni di reduci e combattenti del territorio. L’inizio è per le ore 10 alla chiesa di S. Lorenzo ad Avacelli.

Domenica 4 novembre, l’Amministrazione Comunale di Castelleone di Suasa, in collaborazione con la locale Associazione Combattenti e Reduci e la partecipazione della locale Associazione Mutilati e Invalidi del Lavoro, commemora l’Anniversario della Vittoria della Grande Guerra, terminata il 4 Novembre 1918, dopo tre anni ininterrotti di conflitto. Avrà inizio alle ore 10 con la deposizione di una corona di alloro al Parco della Rimembranza presso il Cimitero, poi ci sarà il raduno in Piazza Vittorio Emanuele II, con formazione del corteo, alza bandiera, deposizione corona di alloro al Monumento dei Caduti di tutte le guerre e commemorazione ufficiale. Durante la cerimonia presterà servizio la Banda Musicale Cittadina diretta dal Maestro Fabrizio Persi. Le Scuole Primaria e Secondaria di I grado, effettueranno la celebrazione lunedì 5 Novembre 2018.

Per ricordare il 4 novembre, l’amministrazione ha scritto una lettera alle famiglie di Corinaldo ribadendo il valore storico della data del 4 Novembre, anniversario dell’Unità Nazionale e Festa delle Forze Armate, nel ricordo dei Caduti e dei Dispersi di tutte le guerre nei campi di battaglia, di prigionia e di internamento per la riconquista delle libertà democratiche con un programma di carattere ufficiale.
In quella follia umana chiamata Grande Guerra – scrive alla cittadinanza il primo cittadino Matteo Principi – la nostra Corinaldo ha perso 123 cittadini: paesani, compagni di lavoro, amici, vicini di casa che sono partiti e non sono più tornati; i loro nomi vegliano sulla nostra comunità, incisi nel marmo oltre che nella memoria, nel Sacrario a loro dedicato. Quel senso condiviso di “ripudio della guerra”, sacro valore costituzionale sorge dal sacrificio di milioni di persone e di centinaia di corinaldesi. Ed è per questo che il 4 Novembre non deve essere un giorno di dolore, ma un giorno di speranza. Per questo importante anniversario è stato quindi organizzato “un viaggio tra i segni della memoria” di Corinaldo. Riscopriremo il luogo che i nostri nonni hanno voluto dedicare alle vittime di questo conflitto, il Parco della Rimembranza in via Olmigrandi (davanti al cimitero comunale, dove si terrà il raduno iniziale alle ore 8:45, Ndr) poi leggeremo i nomi di tutti coloro che sono caduti per noi, incisi nel Monumento ai Caduti”. Presterà servizio il corpo Bandistico “Città di Corinaldo”. Lunedì 5 novembre iniziative con le scuole.

Anche Ostra vuole ricordare quanti hanno sacrificato la propria vita per difendere la patria e quanti la servono ogni giorno per garantire pace e libertà. Il programma delle celebrazioni inizierà alle ore 9:30 di domenica 4 novembre 2018 presso il teatro comunale con l’intervento delle autorità, degli alunni dell’Istituto Comprensivo di Ostra e del coro “Antica Città”, poi messa presso la basilica S. Croce, corteo in C.so Mazzini e Via Gramsci: posa della corona al Monumento dei Caduti e a seguire partenza da Piazza dei Martiri alla volta del cimitero civico per rendere omaggio ai caduti in guerra. Presterà servizio la banda musicale “Città di Ostra Ovidio Bartoletti”.

Cerimonia sobria anche a Ostra Vetere, dove domenica 4 novembre le celebrazioni avranno inizio in piazza don Minzoni alle ore 10, con deposizione di una corona di alloro al monumento ai caduti e la partecipazione degli alunni delle scuole locali. Il corteo si sposterà poi in piazza della Libertà accompagnato dalla banda cittadina G.B. Pergolesi fino al saluto del sindaco.

A Serra de’ Conti, la commemorazione dei Caduti di tutte le guerre avrà il seguente programma: alle ore 10.45 raduno in Piazza Gramsci, alle 11.00 corteo per le vie cittadine, poi messa celebrata presso il Monumento ai Caduti, deposizione corona e intervento del Comitato per la Grande Guerra. Alla manifestazione interverrà la Centenaria Società Concertistica.