Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

La Festa dei Folli unisce Corinaldo

Una iniziativa che porta con se tanti sapori tradizionali, preparati dai volontari della "cucina corinaldese". Tra i numerosissimi appuntamenti della manifestazione alcuni sono davvero importanti

CORINALDO – La Festa dei Folli 2017 attraverserà tutto il ponte festivo da sabato 22 a martedì 25 aprile, portando con se tanti sapori tradizionali, preparati dai volontari della “cucina corinaldese”; inoltre le strutture ricettive cittadine proporranno menù appositi e pacchetti di soggiorno per le giornate di festa.

Il weekend in arrivo a Corinaldo, sarà nel segno delle tipicità e bontà culinarie. Sarà presente il punto informazione turistica “Gusta il blu e Gusta l’arancione“, con le tante e diverse proposte turistiche dei paesi bandiera blu e arancione della Regione Marche.

Lo stand gastronomico del piazzale Gioco del Pallone sarà disponibile con 500 posti a sedere, al coperto, garantendo anche in caso di maltempo il corretto svolgimento della Festa con le varie attrazioni, spettacoli e concerti serali.

Lo staff della cucina, coordinato dagli immancabili Franco, Vinicio, Athos e Ottavio delizierà tutti i palati, con la famosa ‘Polenta bianca e rossa’, Gnocchi vegetariani, Tagliatelle, la Grigliata di carne, il Maialino in porchetta, Coniglio alla Cacciatora, quindi piadine farcite, patate arrosto e fritte, e dolci folli.

Il Vino locale insieme alla Birra artigianale anch’essa prodotta nelle nostro territorio, accompagneranno le pietanze cucinate, il tutto per far assaporare ai tanti turisti e visitatori la buona cucina e tradizione marchigiana.

Alla Festa dei Folli nessuno è trascurato, tutti sono ben accetti. Piace ricordare come la polenta sia senza glutine, adatta quindi per i celiaci (patate fritte comprese), i gnocchi cucinati con sole verdure per vegetariani.

La Festa dei Folli sta diventando un punto di riferimento degli eventi corinaldesi. «Credo che sia giusto – ha sottolineato il sindaco Matteo Principi – che siano citati tutti gli esponenti di chi contribuisce alla realizzazione della Festa dei Folli. Un ulteriore esempio della sinergia che contraddistingue l’Amministrazione comunale, le associazioni e gli enti di Corinaldo. Che uniscono le proprie forze sia per migliorare la citata sinergia sia per fare emergere maggior qualità da simili manifestazioni».

«Il principale obiettivo – ha esordito Francesco Spallacci, responsabile organizzativo del gruppo storico “Combusta Revixi” – consiste nel creare una effettiva attrattiva a vantaggio del turismo. Che, grazie alle tantissime offerte del nostro territorio, può e deve ottimizzarsi in modo significativo. – finalità realizzabili, tramite un elemento fondamentale – Possiamo fare sicuro affidamento sulla collaborazione di associazioni sempre presenti. Mi riferisco, ad esempio, alla Pro Loco e alla Confartigianato, al nostro fianco da diversi anni. Associazioni che ci aiutano a realizzare iniziative che ci stanno particolarmente a cuore, come ad esempio devolvere un contributo a favore dell’associazione Onlus “L’Amore Donato”, in ricordo dell’amico, concittadino avvocato Donato Ciceroni».

Il presidente  del Gruppo storico, Pierluigi Micci sottolinea che: «Tra i numerosissimi appuntamenti della manifestazione ve ne sono alcuni davvero importanti, tra cui il Campionato Nazionale Arcieri Storici e Tradizionali della Fitast (Federazione Italiani Arcieri Storici), con gruppi che proverranno da tutto il centro Italia (domenica 23 dalle 9, quando avrà inizio la competizione), in onore del V Centenario dell’Assedio di Corinaldo; la presentazione di un libro al giorno, che avverrà nella locale Pinacoteca ed è un’iniziativa a cura del “Collettivo della Carboneria Letteraria”; quattro importanti concerti, che si succederanno sempre nel piazzale Gioco del Pallone: sabato 22 suoneranno i “Disco Stu”; domenica 23 i “Riciclato Circo Musicale”; lunedì 24 i “Vitelloni Band”; martedì 25 “The Gang”. Oltre alla “Maratona del Taglio dei Capelli”, prevista alle 10 di lunedì 24, sempre nel Piazzale Gioco del Pallone; e, naturalmente, “The Crazy Color Run”, la pazza e divertente corsa colorata lungo la cinta muraria di Corinaldo».

«Il senso di appartenenza – ha detto l’assessore alla Cultura Giorgia Fabri –, l’unione tra associazioni per dar vita a iniziative adatte a tutti, sia a giovani che adulti, oltre che alle famiglie, fa sentire” completamente propri simili eventi, che fanno crescere l’intera comunità in cui viviamo».

«Oltre ad essere stato confermato l’ampliamento della “Sala del Costume” – ha poi affermato Federico Piersanti, presidente dell’associazione “Pozzo della Polenta” – tengo a sottolineare come sia interessante la mostra proveniente dall’archivio tuttora in esposizione nella Sala giunta del Municipio, dal momento che si tratta di documenti che non sono mai stati esposti finora».

«Se tutti, o comunque una gran quantità di cittadini ed turisti – sostiene il presidente della locale, Pro Loco Manuel Pettinari – si sentono attratti da queste iniziative significa che qualcosa di buono lo stiamo facendo. A nome della Pro Loco, rivolgo un grosso ringraziamento al Gruppo storico».

«La direzione intrapresa – ha concluso il referente della Confartigianato Corinaldo, Samuele Spadoni – è sicuramente quella giusta. La Confartigianato c’è: fare squadra, come sostenuto da più parti, dà sempre buoni frutti».