Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

La Cna vede nell’unione dei comuni l’occasione per abbassare le tasse alle imprese

Occasioni di sviluppo, di sinergie e di razionalizzazione delle spese potranno derivare dai servizi affidati a "Le terre della marca senone". Mugianesi si augura anche un abbassamento della pressione fiscale

Giacomo Mugianesi, segretario Cna Senigallia e valle del Misa
Giacomo Mugianesi, segretario Cna Senigallia e valle del Misa

SENIGALLIA – Ci sono forti aspettative delle imprese del territorio sull’unione dei comuni “Le Terre della Marca Senone”. Prospettive di sviluppo, progettualità future: è questo il terreno su cui poggia la recente approvazione e istituzione del nuovo ente che raduna sette municipalità della valle del Misa. Approvazione che arriva anche dalla Cna di Senigallia.

«Abbiamo appreso del primo atto ufficiale – dichiara Giacomo Mugianesi, segretario territoriale – che inizia a dar forma al Consiglio». Il riferimento è alla nomina dei consiglieri comunali dei vari comuni aderenti che entrano nel consiglio dell’unione, assieme ai rispettivi sindaci, di cui si stanno ultimando i passi.

«Questo percorso è fondamentale per creare sinergie in un territorio che ha bisogno di lavorare per migliorare lo sviluppo economico. Lo potrà fare soprattutto attraverso una condivisione di idee che passano per l’efficientamento della macchina pubblica».

«L’unione dei comuni è un’opportunità – continua il segretario Cna – capace di far arrivare risorse nel territorio e quindi di dare sostegno alle realtà produttive attraverso bandi e progetti. Avere ora un interlocutore unico per l’intera vallata faciliterà le trattative e la sinergia con le istituzioni, nell’ottica di far diminuire i continui balzelli a discapito delle imprese della nostra zona».