Italia Nostra critica verso l’amministrazione di Senigallia: «Il verde è poco considerato, serve un’altra mentalità»

«Serve una diversa mentalità: i parcheggi sono parte integrante del paesaggio urbano e quindi si deve distribuire in maniera più equilibrata gli alberi, non solo negli spazi marginali»

Un tratto del parcheggio di via Campo Boario a Senigallia
Un tratto del parcheggio di via Campo Boario a Senigallia

SENIGALLIA – Il verde non è solo un motivo ornamentale per le nostre città ma svolge anche una funzione utile alla qualità dell’aria e all’ombreggiatura. Nonostante questi concetti siano ormai noti a tutti, si contano sulle dita di una mano sola gli interventi pubblici che inseriscono alberature adeguate all’interno degli spazi urbani.

Questo il senso della critica che arriva all’amministrazione comunale di Senigallia da Italia Nostra, l’associazione che dal 1955 si occupa di beni culturali e ambientali. La sezione senigalliese, presieduta dal prof. Virginio Villani, da tempo sta intervenendo sulle questioni delle alberature e dei parcheggi.

«È soprattutto d’estate, con il caldo torrido, che si sente la necessità di luoghi ombreggiati per parcheggiare la propria auto ed evitare la bollitura degli abitacoli sotto il sole – spiega Villani; oltretutto il verde è un elemento essenziale di abbellimento di questi spazi che altrimenti si presentano come desolate distese di auto e asfalto. Ma a Senigallia, soprattutto in prossimità del centro urbano, non è facile trovare parcheggi alberati».

Problemi di questo genere si sono riscontrati infatti nel parcheggio di via Campo Boario (FOTO in alto) di fianco al Poliambulatorio: nell’area, asfaltata di recente, sono stati abbattuti gli ultimi pioppi e al loro posto ora sono stati inseriti solo degli alberelli che non riescono né a svolgere la funzione di ombreggiante, né quella ornamentale. Analoga situazione si può riscontrare in altre aree di sosta come in via G. Bruno (FOTO a destra), nel piazzale Morandi, in via Sanzio di fianco all’hotel Patrizia o alla stazione ferroviaria.

Un tratto del parcheggio di via Giordano Bruno a Senigallia, nei pressi del centro commerciale Il Molino
Un tratto del parcheggio di via Giordano Bruno a Senigallia, nei pressi del centro commerciale Il Molino

«La riqualificazione a verde delle aree di sosta non è un dettaglio – conclude Villani – e va affrontata innanzitutto con una diversa mentalità, considerando cioè i parcheggi come parte integrante del paesaggio urbano alla stregua delle strade e dei giardini; e lo si può fare progettando innanzitutto di distribuire in maniera più equilibrata gli alberi, anche utilizzando al meglio gli oneri di urbanizzazione destinati al verde tramite una parziale monetizzazione, senza concentrarli in eccessive opere di rimboschimento di spazi marginali».