Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Investimenti, contributi e agevolazioni: ecco la manovra finanziaria 2021/2023 di Corinaldo

La crisi economica, l’emergenza sanitaria e l'urgenza delle mura castellane: questi i tre temi in cui si è mossa l’amministrazione, che ha stanziato oltre 1,6 milioni per la cinta muraria e lasciato invariate le tasse

Il centro storico di Corinaldo. Foto di Luciano Galeotti
Il centro storico di Corinaldo. Foto di Luciano Galeotti

CORINALDO – La crisi economica sommata all’emergenza sanitaria e alla vicenda delle mura castellane: sono questi i tre macro temi in cui si è mossa l’amministrazione comunale corinaldese per quanto riguarda la manovra finanziaria 2021/2023, approvata nei giorni scorsi in consiglio comunale. Ruolo centrale, in questo momento particolarmente delicato, ce l’hanno sia l’attenzione alle realtà familiari e imprenditoriali in difficoltà, sia alla cinta muraria in un così debole stato di conservazione, come i recenti crolli hanno individuato.

Durante la presentazione in aula consiliare, l’assessore Rosanna Porfiri ha spiegato che i cedimenti delle mura castellane hanno costretto a rivisitare tutto il bilancio già predisposto a fine 2020. Ecco alcuni capisaldi della manovra finanziaria corinaldese: nessun aumento della tassazione locale, consolidamento e rafforzamento dei servizi erogati; conferma delle tariffe dei servizi a domanda individuale, applicazione Isee nei servizi assistenziali a tutela delle fasce di utenza svantaggiate, investimenti su opere strategiche come scuola, sport, manutenzione strade e patrimonio, interventi sullo stato sociale per tutelare le famiglie in difficoltà, conferma al sostegno alla creazione di nuove imprese e ristrutturazioni delle esistenti, mantenimento della qualità dei servizi sociali, educativi e sanitari.

Dato che la crisi economica non ha mai smesso di mordere il tessuto produttivo e che l’emergenza sanitaria ha acuito anche difficoltà a livello sociale, la giunta corinaldese ha stimato entrate simili al 2020, così come sul versante delle spese la previsione è la medesima dell’anno passato. Sul fronte degli investimenti, ben 1,6 milioni di euro sono stati dedicati alla messa in sicurezza delle mura storiche cittadine: l’ente ha contratto un mutuo di 1,1 milioni di euro, a cui si aggiunge un contributo dalla Protezione civile regionale per 560 mila euro. Altri 100 mila euro di contributo statale serviranno per la manutenzione straordinaria delle strade; 1,5 mln euro per il completamento dell’area sportiva esterna al nuovo palazzetto dello sport; per il progetto PIL Cesano Experience “Borghi di lungo fiume” sono previsti 48 mila euro mentre una quota di avanzo di amministrazione pari a 289 mila euro è riservata alla manutenzione straordinaria del palazzo comunale

Rosanna Porfiri
L’assessore Rosanna Porfiri

Per quanto riguarda le imposte, sono previsti aiuti economici a causa dell’emergenza covid-19: due mensilità della tari sono state azzerate per tutte le attività economiche; confermata la perequazione per l’addizionale Irpef con cinque scaglioni in base al reddito; azzeramento della tasi per le imprese, aree fabbricali e altri fabbricati. Sul fronte dei contributi arriva un bonus bebè locale per ogni nuovo nato di Corinaldo, pari a 300 euro; contributi a fondo perduto per privati che ristrutturano immobili situati nel centro storico così come per la creazione di nuove imprese localizzate nel centro storico. 

Sui servizi a domanda individuale, nella manovra finanziaria si conferma oltre 1 milione di euro redistribuito ai cittadini. Nel trasporto scolastico sono confermate le stesse tariffe del 2020 (solo il 9% del costo totale coperto dai cittadini); le mense della scuola materna e elementare (gratuita con ISEE fino a 6 mila €); per l’asilo nido la copertura del costo a carico degli utenti è pari al 50% del totale. Infine anche sul trasporto pubblico sono confermate le tariffe 2020 (con copertura del costo da parte del Comune fino al 70% in base alla dichiarazione ISEE).