Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Incidente mortale, auto fuori controllo piomba su due ciclisti a Montemarciano

Il gravissimo episodio si è verificato intorno alla mezzanotte sul lungomare di Marina, travolti e deceduti sul colpo due quarantenni

MONTEMARCIANO – Un gravissimo incidente stradale si è verificato nella notte a Marina. Sono due le persone che hanno perso la vita sul lungomare, travolte da un’auto fuori controllo. Tutto è avvenuto in pochi attimi, intorno alla mezzanotte tra giovedì 16 e venerdì 17 giugno.

In base a una prima ricostruzione della dinamica, effettuata dai carabinieri della Compagnia senigalliese, un veicolo Fiat Panda avrebbe investito un uomo e una donna che percorrevano via Buglioni in bicicletta, per poi impattare contro un mezzo in sosta, divellere alcune recinzioni stradali che separano la carreggiata dall’area sosta dei camper e infine ribaltarsi sottosopra.

Una carambola infernale che ha mietuto purtroppo due persone: per loro non c’è stato scampo. Sono state sbalzate a terra a diversi metri di distanza dal luogo dell’impatto e sono morte praticamente sul colpo per i gravissimi traumi riportati. Si tratta di un uomo e una donna residenti a Montemarciano, di circa 40 anni, sulle cui generalità vige però ancora il riserbo. Illesa, ma sotto choc, la conducente del veicolo, una donna del posto, più o meno della stessa età, che viaggiava con a bordo la figlia di soli 9 anni: quest’ultima ha riportato qualche lesione ma sembra di lieve entità.

Sul posto è giunta subito l’ambulanza con gli operatori sanitari, i quali hanno prestato i primi soccorsi ed effettuato le manovre di rianimazione ma senza successo; la scena è stata messa in sicurezza dai vigili del fuoco mentre i carabinieri della Stazione di Montemarciano si sono occupati dei rilievi per la tragica morte di due persone. Al vaglio anche le possibili testimonianze di chi era presente sul posto.

Le salme sono state portate all’obitorio dell’ospedale regionale a Torrette di Ancona, ma sono già disposizione delle famiglie: si è ritenuto di non dover procedere con ulteriori accertamenti. Verifiche che sono invece in corso sulla conducente della Fiat Panda per capire se avesse assunto alcolici o sostanze stupefacenti.