Senigallia, taglio del nastro all’Opera Pia Mastai Ferretti

La nuova Residenza Sanitaria Assistenziale, in convenzione con l'Asur, può ospitare fino a venti malati colpiti da demenze e Alzheimer con una permanenza fino a due mesi

Il taglio del nastro della struttura

SENIGALLIA- Taglio del nastro all’Opera Pia Mastai Ferretti, dove, questa mattina, sabato 6 aprile, è stata inaugurata la nuova Rsa per anziani affetti da Alzheimer.

Un nuovo modulo di cure assistenziale di cui potranno beneficiare 20 ospiti della struttura con sede in via Cavallotti : «L’Alzheimer è una patologia sempre più diffusa – ha spiegato Fabrizio Volpini, consigliere regionale – E per questo una Rsa all’avanguardia come l’Opera Pia si è subito messa in moto per offrire un ulteriore servizio».

La struttura ospita 240 anziani di cui 180 non autosufficienti: «Si tratta di un’altra eccellenza della nostra città – ha affermato il sindaco Maurizio Mangialardi – Grazie alla lungimiranza del presidente Mario Vichi ma anche di quanti lavorano in questa preziosa struttura che oggi, si è ulteriormente arricchita».

Il servizio è rivolto ai pazienti post acuzie che, dopo un fenomeno acuto necessitano ancora di trattamenti sanitari: «La permanenza media è di 30 giorni – spiega Mario Vichi, presidente dell’Opera Pia – ma si può arrivare fino a due mesi».

All’inaugurazione erano presenti anche monsignor Francesco Manenti e numerose Autorità tra cui il direttore dell’Asur Alessandro Marini. Alle 17 all’Auditorium San Rocco è in programma un convegno su “Ospedalizzazione e Residenzialità: ruoli e integrazioni”.

LEGGI ANCHE: Senigallia, pronta la nuova Rsa per anziani con demenze o Alzheimer