Senigallia, Guardia Costiera: seimila euro di multe solo a giugno

Le sanzioni riguardano soprattutto i diportisti con dotazioni di bordo non a norma, ma anche stabilimenti balneari e un ristoratore che non è riuscito a fornire la tracciabilità del pescato

I controlli della Guardia Costiera sul pesce in vendita al porto di Senigallia: due multe
I controlli della Guardia Costiera sul pesce in vendita al porto di Senigallia: due multe

SENIGALLIA – La stagione estiva è entrata nel vivo e proseguono i controlli da parte degli uomini dell’Ufficio Locale Marittimo che ogni giorno, con due squadre, una impegnata sul lungomare di levante ed una sul lungomare di ponente, sono pronti all’intervento ma effettuano anche controlli – che possono portare a multe salate – per verificare il rispetto dell’ordinanza emanata, come ogni estate, dalla Capitaneria di Porto di Ancona.

Nel mese di giugno, sulla spiaggia di velluto, l’ammontare delle sanzioni è di 6mila euro. Vittime delle multe sono stati soprattutto i diportisti con le dotazioni di bordo non a norma. Bombole di ossigeno scadute sono state trovate anche in alcuni stabilimenti balneari.

I controlli hanno interessato anche i ristoranti dove una sanzione ha interessato un ristoratore che non è stato in grado di fornire la tracciabilità del pescato. I controlli della Guardia Costiera – che beneficia da alcune settimane di una rinnovata sede – proseguiranno per tutta la stagione estiva.