Guardia Costiera, inaugurata dal generale Pettorino la nuova sede di Senigallia (FOTO)

Picchetto d’onore e allestimento delle grandi occasioni per il taglio del nastro. Circa 500mila euro l'investimento del Provveditorato delle opere pubbliche per la ristrutturazione dell'ex Gencimar. Pettorino: «Insieme si può correre e l'Italia ne ha bisogno»

Il taglio del nastro per la nuova sede della Guardia Costiera al porto di Senigallia
Il taglio del nastro per la nuova sede della Guardia Costiera al porto di Senigallia

SENIGALLIA – Si è svolta oggi la cerimonia di inaugurazione della nuova sede dell’Ufficio Locale Marittimo situata al porto di Senigallia. A presenziare all’evento, oltre a numerose autorità politiche, militari, civili e religiose, c’era il comandante generale del Corpo delle Capitanerie di porto-Guardia Costiera, l’ammiraglio ispettore capo Giovanni Pettorino.

Picchetto d’onore e allestimento delle grandi occasioni per il taglio del nastro della struttura posizionata al centro dell’area portuale. Un edificio completamente ristrutturato grazie all’intervento del Provveditorato per le opere pubbliche (sede di Ancona) da circa 500mila euro. Presso quella che una volta era l’ex Gencimar, saranno ospitati gli uffici della Guardia Costiera senigalliese, che ha giurisdizione sul territorio compreso tra i comuni di Senigallia e Montemarciano, e sullo specchio d’acqua che va dalla foce del fiume Cesano verso sud, fino alla foce del fiume Esino.

Gli uffici erano attualmente dislocati sull’altra banchina (quella di levante) dove la precedente sede è al momento oggetto di un altro intervento per altri 500mila euro per l’allestimento di due alloggi destinati ai vertici della Guardia Costiera cittadina.

Interventi resi possibili grazie alla collaborazione tra enti: su questo punto si sono espressi sia il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi, sia il comandante generale della Guardia Costiera, l’ammiraglio Pettorino, accompagnato dal contrammiraglio Enrico Moretti, Direttore Marittimo di Ancona, e dal comandante dell’Ufficio locale marittimo di Senigallia Eugenio My.

Pettorino, dopo aver ripercorso un po’ la storia del Corpo della Capitanerie di porto fin dalla sua istituzione nel 1865, ha spronato i responsabili degli Enti presenti a cercare sempre la collaborazione tra le istituzioni, l’unica strada che permette di realizzare importanti progetti per il bene della collettività: «Da soli si cammina – ha così concluso il suo intervento – ma insieme si può correre e questo Paese ha davvero bisogno che gli Enti corrano insieme».

Madrina dell’inaugurazione era Micaela De Palo, figlia dell’ammiraglio ispettore capo Mario De Palo, già comandante generale del Corpo della Guardia Costiera nonché cittadino di Senigallia. Al termine un rinfresco ha accolto le autorità e i numerosi cittadini partecipanti accaldati per una giornata davvero afosa in cui una militare della Guardia Costiera ha accusato anche un colpo di calore.