Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

I giovani di Corinaldo si preparano per la riapertura del Centro di Aggregazione CoriLAB

I diritti delle donne, dell’infanzia, l’educazione stradale, le tecnologie, l’ambiente, l’educazione civica: sono questi alcuni dei temi che verranno sviluppati all'interno del centro di aggregazione giovanile del paese di Maria Goretti

locandina del CoriLAB, il centro di aggregazione giovanile di Corinaldo
locandina del CoriLAB, il centro di aggregazione giovanile di Corinaldo

CORINALDO – Tutto pronto per la riapertura, lunedì 9 ottobre, del CoriLAB, il Centro di Aggregazione giovanile corinaldese. Un momento che in tanti stanno aspettando da tempo perché rappresenta un luogo di ritrovo, animazione, coinvolgimento e partecipazione in attività ludiche, didattiche e formative del paese gorettiano.

Il CoriLAB ha sede all’interno del Palazzo Comunale, in via del Corso 9: nata tre anni fa, la struttura è composta da una sala studio/lettura, da un angolo informatico, un locale per attività varie, un salone multimediale e polifunzionale e una sala prove insonorizzata per i diversi gruppi musicali che ne chiederanno l’utilizzo.

Giorgia Fabri
Giorgia Fabri

«Luogo abitato, antenna sensibile capace di raccogliere i bisogni e i sogni dei nostri ragazzi, aiuto e sostegno alle famiglie: questi i tre obiettivi – è la riflessione dell’assessore con delega alle politiche per l’infanzia Giorgia Fabri – che ci animano, ogni anno, nel progettare le attività del nostro centro di aggregazione CoriLAB. Attività rivolte ai bambini e ai ragazzi, pensate sia per sviluppare le loro competenze, come, ad esempio quelle informatiche o linguistiche, sia per favorire momenti di semplice aggregazione e socialità».

«Quest’anno – aggiunge l’assessore Fabri – vogliamo rendere protagonisti e attivi i ragazzi, in maniera ancora più forte, sulle tematiche valoriali di cui ci occupiamo costantemente, integrando sempre più il CoriLAB con tutte le progettualità in essere, dall’ambiente all’educazione civica, dai diritti dei bambini a quelli delle donne».

Oltre alle classiche attività già presenti, infatti, saranno consolidati tanti eventi speciali riguardanti i diritti delle donne, i diritti dell’infanzia, l’educazione stradale, le tecnologie, l’ambiente, l’educazione civica, il Natale e Corinaldo città dei bambini e delle bambine. In più verranno organizzate uscite sul territorio all’indirizzo del museo, della biblioteca e del teatro.