Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Giorno della memoria, le iniziative promosse per il 27 gennaio a Senigallia

Il neo costituito comitato cittadino ha organizzato una serie di iniziative fino al 4 febbraio per ricordare ciò che è stato ed evitare revisionismi pericolosi

L'ingresso del campo di concentramento di Auschwitz
L'ingresso del campo di concentramento di Auschwitz

SENIGALLIA – La città si appresta a celebrare il “Giorno della Memoria”, la ricorrenza del 27 gennaio in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti. Un’iniziativa sancita dalla legge 211 del 2000 per cui la spiaggia di velluto si è dotata il mese scorso di un “Comitato Giorno della Memoria”, accogliendo così la richiesta della Comunità Ebraica di Ancona, della Diocesi di Senigallia e della Scuola di Pace del Comune di Senigallia.

La ricorrenza serve per riaccendere i riflettori su quanto accadde tra la fine degli anni ‘30 e la prima metà degli anni ‘40 del secolo scorso, e ha un duplice scopo: in primis ricordare ciò che avvenne nei confronti di milioni di ebrei, non dimenticare l’intolleranza e l’odio che in quel periodo nero dell’umanità portarono a veri e propri stermini di massa facendo leva sulle differenze culturali, sociali, religiose ed etniche; in secondo luogo, ma è strettamente connesso al primo motivo, evitare che l’ignoranza e la mancanza di conoscenza possa generare sovrascritture della verità in nome di falsi revisionismi che negano persino l’evidenza storica.

Il comitato ha avuto e ha già svolto il compito di elaborare e proporre iniziative, manifestazioni, incontri commemorativi e di riflessione – si legge nella delibera istitutiva, la 314 di fine 2021 – rivolti in particolare ai giovani, perché vengano a conoscenza di questi drammatici avvenimenti del passato e da questi possano trarre insegnamento. Al suo interno, oltre a un rappresentante del Comune di Senigallia, in particolare l’assessore alla cultura Riccardo Pizzi, sono stati nominati il presidente della comunità ebraica di Ancona, il vescovo della Diocesi di Senigallia e i presidenti della Scuola di pace “Vincenzo Buccelletti”.

Per il giorno della memoria del prossimo giovedì 27 gennaio 2022 sono state organizzate diverse iniziative tra cui incontri, proiezioni cinematografiche, reading teatrali. Alle ore 18 al San Rocco l’incontro “Memoria e salvezza – Chi ha detto no all’orrore”, con diretta streaming dalla sinagoga di Senigallia: vi prenderanno parte il sindaco Massimo Olivetti, il rappresentante della Comunità ebraica di Ancona Amos Zuares e Franco Manenti, vescovo della Diocesi senigalliese. Durante l’evento si terrà un’intervista alla prof.ssa Anna Foa Storica e in passato docente all’università La Sapienza di Roma. E poi proiezioni al cinema Gabbiano fino al 2 febbraio di “Quel giorno tu sarai”, di Kornél Mundruczó e di “Il senso di Hitler”, di Petra Epperleine e Michael Tucker. Domenica 30 gennaio si terrà il reading teatrale da alcune lettere di Etty Hillesum con Laura Pettinelli, voce; Alessandro Moscatelli, narratore; Ilenia Stella, pianoforte, mentre il 4 febbraio l’evento di chiusura con la presentazione agli istituti superiori di Senigallia, della ricerca storica del Liceo ‘Mamiani’ di Pesaro, premiata nell’ambito del concorso nazionale ‘Luci nel buio della Shoà’: “Pergola: paese di felicità. La non indifferenza porta alla salvezza”.